ossi 

Rubò 200 carciofi, patteggia nove mesi

OSSI. I barracelli lo avevano sorpreso mentre caricava duecento carciofi in macchina, appena tagliati in un campo di proprietà della ditta Foddai, in località Carchinadas. Insieme a lui – Nicola...

OSSI. I barracelli lo avevano sorpreso mentre caricava duecento carciofi in macchina, appena tagliati in un campo di proprietà della ditta Foddai, in località Carchinadas. Insieme a lui – Nicola Pasquarelli, 72 anni, di Ittiri – c’era anche una donna romena: Marinella Verginica Dimache, di 21 anni.

Ieri mattina i due sono comparsi davanti al giudice monocratico Sergio De Luca, assistiti dal loro avvocato Patrizia Marcori. Pasquarelli ha patteggiato nove mesi di reclusione mentre la Dimache ha scelto il rito abbreviato secco e la discussione è stata fissata per il primo febbraio.

I due lo scorso novembre erano stati colti sul fatto grazie al provvidenziale intervento di una pattuglia della compagnia barracellare impegnata in un servizio di vigilanza nelle campagne proprio per scongiurare furti nelle carciofaie. I barracelli avevano intercettato Nicola Pasquarelli e Marinella Verginica Dimache e avevano allertato i carabinieri. Sul posto era arrivata una pattuglia che aveva arrestato la coppia (entrambi hanno precedenti) per furto. I due avevano
già tagliato circa 200 carciofi e li stavano caricando sull’auto quando erano stati raggiunti dai barracelli. Secondo i carabinieri la loro intenzione era quella di mettere in vendita il prodotto sul mercato nero con un guadagno che sarebbe stato superiore ai 300 euro. (na.co.)

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro