A Illorai una serra clandestina di cannabis

I carabinieri hanno arrestato un uomo di Bono. Il processo è stato rinviato al prossima 24 gennaio

ILLORAI. I carabinieri del nucleo radiomobile della compagnia di Bono hanno arrestato un uomo di 54 anni, Costantino Molotzu, con l’accusa di produzione illecita di stupefacenti. I militari sono intervenuti sabato mattina a Iscra (un pugno di case attorno alla vecchia stazione ferroviaria), frazione di Illorai, per un’operazione finalizzata al controllo del territorio. E hanno notato che in un immobile, sede di un locale pubblico chiuso da diverso tempo, c’erano invece evidenti segni di vita. A quel punto i carabinieri sono entrati nell’ex locale pubblico e hanno scoperto che erano state messe a dimora una settantina di piante di marijuana, alte fra il metro e ottanta e i due metri e mezzo. A controllare le piantine, il padrone di casa, Costantino Molotzu, che è stato subito fermato e arrestato. Le piante di droga sono state sequestrate e saranno distrutte. Ieri mattina il presunto “titolare” della serra clandestina si è presentato davanti al giudice del tribunale di Nuoro, per l’udienza di garanzia. Il giudice ha convalidato l’arresto e ha concesso all’uomo, difeso dall’avvocato Lorenzo Soro, il beneficio degli arresti domiciliari.

Il processo, su richiesta dell’avvocato Lorenzo Soro che aveva chiesto i termini a difesa, è stato rinviato al 24 gennaio. Non è la prima volta che i carabinieri scovano piantagioni di cannabis in Goceano. Quasi sempre però, queste coltivazioni vengono individuate in primavera-estate, quando il clima è più favorevole alla
crescita e alla maturazione delle piante. Questa volta la serra clandestina è stata scoperta in pieno inverno, una coltivazione che infatti è stata portata avanti al riparo del clima piuttosto rigido di questo periodo. Il valore della droga sequestrata ammonta a diverse migliaia di euro.

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro