approvato il bilancio 

I 12 comuni del Coros puntano sull’ambiente

OSSI. Con l'approvazione del bilancio l’Unione dei Comuni del Coros dà il via libera alle proprie attività. I punti cardine: la programmazione territoriale, la viabilità urbana e rurale, la difesa...

OSSI. Con l'approvazione del bilancio l’Unione dei Comuni del Coros dà il via libera alle proprie attività. I punti cardine: la programmazione territoriale, la viabilità urbana e rurale, la difesa dell’ambiente e l’organizzazione dei servizi in forma associata. Altro obiettivo centrato per i 12 sindaci del territorio alle porte di Sassari, che significa non conoscere tempi morti in esercizio provvisorio, ma dare subito via libera a tutte le attività, funzioni e servizi gestiti dai Comuni nella forma associata. «Si tratta di un altro tassello importante, il primo in ordine di tempo previsto per il 2018 -ha commentato il presidente Franco Spada- fondamentale per tutto il proseguo dell’azione amministrativa, che non potrebbe compiersi senza l’approvazione del documento contabile». Votato all’unanimità il documento contabile ricalca le scelte e le intenzioni già espresse nella seconda metà del 2017 e finite contestualmente nel Bilancio e nel Dup, il documento unico di programmazione che illustra tutta l’attività amministrativa. Saranno garantiti tutti i servizi e le funzioni già svolte in forma associata, come quello della raccolta dei rifiuti, il rilascio delle autorizzazioni paesaggistiche, la formazione del personale, il Suape, il coordinamento delle attività svolte per i comuni dalle compagnie barracellari e, a breve, la stipula della convenzione con il coordinamento delle associazioni di protezione civile. «Tra gli investimenti - ha precisato Spada - saranno spesi a breve i finanziamenti regionali per la sistemazione delle strade urbane e, con l’utilizzo di una quota dell’avanzo di amministrazione - ha precisato - saranno realizzate opere anche nella viabilità rurale in modo da assicurare maggiore efficacia all’azione delle compagnie barracellari e della protezione civile in caso di eventi di pericolo». Attenzione particolare è stata riservata al miglioramento del grado di efficienza dei servizi in essere attraverso la formazione del personale e il potenziamento dei servizi associati, quali ad esempio, il Suape, piccolo fiore all’occhiello dei 12 comuni. La programmazione territoriale, che il Coros sta conducendo insieme all’Unione dei comuni dell’Anglona e di concerto con la Regione, è l’altro appuntamento importante su cui si stanno concentrando gli amministratori. Anche ad esso saranno dedicati significativi finanziamenti dell'Unione con la definizione del piano di sviluppo locale. Con il via del Bilancio, insomma, è ripartita tutta la programmazione del nuovo anno, attraverso incontri mirati su temi legati allo sviluppo del territorio e alla revisione dello Statuto dell’Unione, per adeguarlo alle innovazioni normative e per dare nuovo
impulso e forza all'attività dell'ente locale. «Il condividere insieme queste esperienze - conclude Spada - potrà essere davvero una delle strade per superare le diverse crisi e dare risposte plausibili e congiunte alle popolazioni del territorio del Coros».

Pietro Simula

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro