Rifiuti, Castelsardo paralizzata

Secondo i sindacati adesione record allo sciopero dei dipendenti Adigest

CASTELSARDO. Percentuali record per la giornata di sciopero di ieri in casa Adigest. Secondo le cifre comunicate dal sindacato della Fit-Cisl, a incrociare le braccia è stato il cento per cento dei lavoratori della ditta che gestisce la raccolta dell’appalto di igiene urbana nei Comuni di Castelsardo, Laerru e Bulzi. «È un chiaro segnale all’azienda e all’amministrazione comunale sul grave disagio che vivono i dipendenti - commenta in una nota il segretario generale, Giuliano Deliperi - il reiterato ormai cronico ritardo sul pagamento delle retribuzioni non è più tollerato». Ma secondo il sindacato gli stipendi sono soltanto la punta dell’iceberg. «Le altre inadempienze sono comunque pesanti da digerire - continua il comunicato - come buoni pasto in arretrato da mesi, il versamento dei fondi pensione e della previdenza sanitaria integrativa, la mancata consegna del vestiario. E ancora, la manutenzione dei mezzi che, con i pneumatici ormai lisci, sono un pericolo sulle strade, e il mancato versamento delle cessioni agli istituti finanziari che mette i lavoratori a rischio di pignoramenti».

Lo sciopero ha creato non pochi disagi ai cittadini. Nel Comune di Castelsardo, per una serie di ragioni il più importante dei tre serviti dalla Adigest, ieri mattina una sfilza di bidoni e bustoni di spazzatura sono rimasti ai bordi delle strade in attesa di un ritiro che non c’è stato. L’astensione dal lavoro di ieri rappresenta l’apice di un braccio di ferro che va avanti da mesi. E l’orizzonte non promette nulla di buono per il futuro.
«In mancanza di risposte chiare - riprende e conclude il segretario Deliperi - saremo costretti a proseguire la protesta. Un’eventuale altra azione di sciopero procurerà inevitabilmente nuovi problemi alla cittadinanza e non soltanto per una giornata come ieri». (s.sant.)



TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro