Corsica, Goceano e Stintino puntano sui fondi europei

In progetto scambi scolastici e promozione delle identità linguistiche nazionali  Necessaria una stretta collaborazione per accedere alle risorse comunitarie

STINTINO. Nei giorni scorsi Stintino ha ospitato un tavolo tecnico fra il Comune, il Gal del Logudoro-Goceano e la Collectivitè territoriale della Corsica per avviare un percorso comune che porti all’accesso dei progetti europei. L’obiettivo è mettere in campo quanto prima una stretta collaborazione con il Gal Logudoro-Goceano quindi con la Collectivitè territoriale de Corse per avviare, attraverso l’accesso a progetti europei, azioni comuni in diversi ambiti. Da una parte scambi scolastici transfrontalieri, dall’altra azioni di educazione allo sport, con la realizzazione di manifestazioni sportive transfrontaliere, quindi ancora azioni comuni transfrontaliere in settori affini e di reciproco interesse.

«Abbiamo costruito un’importante rete di partner con Serbia, Ungheria, Austria, Germania, Slovacchia, Repubblica Ceca – hanno ricordato il sindaco Antonio Diana e l’assessora Francesca Demontis – e vorremmo che la Collectivitè territoriale de Corse fosse parte del nostro progetto».

I settori che sembrano aprire da subito opportunità da sfruttare sono quelli del turismo ecosostenibile, dell’economia della condivisione, del turismo storico evocativo e religioso. Ambiti di azioni nei quali, è stato fatto presente, il Comune di Stintino ha già avviato una collaborazione con il Gal Logudoro-Goceano e con il Parco nazionale dell’Asinara. È il caso del progetto per il centenario della fine della Prima Guerra Mondiale 1918-2018 che il Comune di Stintino e il Parco nazionale dell’Asinara sottoporranno nel programma Europa per i Cittadini 2014-2020, la cui scadenza per la partecipazione è prevista per il primo marzo. A proposito della collaborazione con la Corsica si possono ipotizzare azioni di valorizzazione e promozione delle identità linguistiche e nazionali. Il progetto del Centenario, poi, potrebbe essere anche arricchito da quello già portato avanti in Corsica e dedicato ai caduti del 173° reggimento di fanteria, detto anche reggimento Corso, conosciuto anche per il suo motto“Aiò Zitelli”».

Una riunione di carattere strettamente tecnico durante la quale i consulenti della Qcs Consulting e l’esperto dell’Università di Sassari Alberto Carta hanno da subito messo sul piatto le opportunità da sfruttare per l’accesso a fondi europei. Alla riunione hanno partecipato anche la presidente del consiglio comunale stintinese Marilena
Gadau, il vicepresidente del Gal Logudoro-Goceano Giovanni Antonio Sanna, e i rappresentanti della Collectivitè territoriale della Corsica, Direzione gioventù e sport, Alain Pasqualini e Jean-Louis de Zerbi, oltre agli esperti della Qcs Consulting Aldo Panti e Piero Cossu.



TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro