esporlatu 

Stanziati 200mila euro per il depuratore

ESPORLATU. Al via i lavori per le opere pubbliche per un totale di duecentocinquantamila euro da suddividere per tre tipi di interventi. Duecentomila euro saranno destinati ai lavori di...

ESPORLATU. Al via i lavori per le opere pubbliche per un totale di duecentocinquantamila euro da suddividere per tre tipi di interventi. Duecentomila euro saranno destinati ai lavori di ristrutturazione dell’impianto di depurazione delle acque reflue urbane gestite dal Comune. L’impianto, che si trova in località Fancella, necessita di lavori urgenti dovuti al suo deterioramento. L’intervento, cofinanziato dalla provincia di Sassari, consiste nella realizzazione di alcune attrezzature e apparecchiature non più efficienti. L’impianto di depurazione, che serve i quattrocento abitanti di Esporlatu, necessita di un nuovo impianto di aerazione, di filtrazione dell’acqua e della messa in sicurezza di alcune sue parti per l’incolumità di chi ci lavora. «Esistono infatti, in prossimità di alcuni punti, elevati dislivelli di quota rispetto ai quali è verosimile la possibilità che possano verificarsi cadute dall’alto – si legge nella relazione – inoltre, in alcuni tratti, soprattutto in occasione di piogge, il piano pedonale potrebbe risultare sdrucciolevole». Anche i locali che vengono utilizzati per le analisi e i servizi degli operatori si trovano infatti in condizioni fatiscenti. I lavori interesseranno quindi anche gli impianti interni e le murature. E non manca l’attenzione al risparmio energetico. Nei lavori è infatti compreso il nuovo sistema di alimentazione elettrica con un’autonomia di ventiquattro ore in caso di black out elettrici così da garantire la continuità del servizio. Il comune di Esporlatu, con propri fondi cumunali, ha inoltre previsto altri venticinquemila euro per i lavori di ripristino della rete idrica in via Nuova e per la sistemazione delle scarpate lungo via Bettarelli. In via Nuova verrà sostituita la condotta idrica mentre in via Bettarelli si provvederà alla sistemazione delle scarpate che costituiscono un pericolo sia per i pedoni che per i veicoli che vi transitano. Il terzo intervento, di ventiquattromila euro, riguarderà la creazione di un pozzo di riserva di acqua lungo la strada
provinciale 111: «La necessità di costruire un pozzo proviene dalla costante diminuzione delle riserve idriche comunali che hanno portato al razionamento dell’acqua potabile tra giugno e novembre dello scorso anno», ha spiegato il sindaco Franco Furriolu.

Elena Corveddu

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro