Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui

I ciclisti della Tirso Bike in gara in Emilia Romagna

BOTTIDDA. Da Bottidda alla volta dell’Emilia Romagna. Così i ciclisti della Tirso bike, società ciclistica con numerosi atleti del Sassarese hanno fatto il grande passo. Presieduta da Michele...

BOTTIDDA. Da Bottidda alla volta dell’Emilia Romagna. Così i ciclisti della Tirso bike, società ciclistica con numerosi atleti del Sassarese hanno fatto il grande passo. Presieduta da Michele Fantasia e diretta da Mario Satta, la società si pone sempre maggiori obiettivi di miglioramento per i suoi ragazzi. «Nel 2017 grazie alla collaborazione con la Parmense i nostri atleti hanno potuto correre con frequenza in Lombardia, Emilia Romagna e Veneto, con minori spese e maggiore assistenza tecnico-logistica», ha detto il direttore sportivo Mario Satta. È il caso di Martino De Luca di Buddusò e Simone Casule di Pozzomaggiore, che partiti alla volta di Treviso gareggiano per la squadra under 23 della Bibanese Treviso, e Alessandro Garau di Perfugas che correrà per la Parmense. «L’obiettivo a breve termine – ha spiegato il presidente Fantasia – era quello di creare un ambiente sportivo all’interno del quale far crescere ragazzi provenienti da paesi diversi con principi sani. Obiettivo raggiunto nel brevissimo tempo grazie alla forza morale di chi ha fondato e sostenuto la società. Oggi si può dire che anche il secondo obiettivo è stato raggiunto, ed è così che alcuni ragazzi, cresciuti nella Tirso bike, hanno varcato i confini della nostra isola e fanno parte di società che corrono sulle strade del resto d’Italia». Oggi per la Tirso bike e i suoi atleti la situazione è migliorata anche grazie all’aiuto degli sponsor, alla collaborazione del Comune e della Comunità montana Del Goceano.

Elena Corveddu