stalking all’ex moglie 

Un 47enne a processo, la vittima sarà sentita dal giudice

SASSARI. Aveva “usato” il figlio di appena dieci anni per riuscire ad avere alcune foto della ex moglie in pose intime. Foto che la donna custodiva nel proprio cellulare. L’obiettivo dell’uomo era...

SASSARI. Aveva “usato” il figlio di appena dieci anni per riuscire ad avere alcune foto della ex moglie in pose intime. Foto che la donna custodiva nel proprio cellulare. L’obiettivo dell’uomo era poterla minacciare: «Manderò queste immagini ai tuoi colleghi di lavoro».

Il gip Michele Contini, accogliendo la richiesta del pubblico ministero, aveva disposto il giudizio immediato per un 47enne del Sassarese accusato di atti persecutori nei confronti della ex coniuge. Ieri mattina la vittima si è presentata davanti al giudice Salvatore Marinaro accompagnata dal suo avvocato Antonio Secci. Il giudice ha disposto un rinvio al 15 maggio, in quell’occasione la donna sarà sentita e dovrà raccontare quell’incubo quotidiano che, secondo le accuse, le avrebbe reso la vita impossibile. «Sorvegliata e seguita in ogni spostamento – scriveva il
gip – servendosi a tal fine del figlio minore al quale, contrariamente alla volontà della madre, il padre avrebbe consegnato un telefono cellulare con lo scopo di controllare assiduamente gli spostamenti dell’ex coniuge, impedendole in questo modo di uscire liberamente». (na.co.)

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro