Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui

L’ultima coda del Carnevale col “Sapadu Iscasciadu”

BULZI. Con l’arrivo del mercoledì delle Ceneri e condannato definitivamente al rogo l’ormai compianto “Giolzi”, sfortunato re del Carnevale, si spengono un po’ ovunque le luci della settimana...

BULZI. Con l’arrivo del mercoledì delle Ceneri e condannato definitivamente al rogo l’ormai compianto “Giolzi”, sfortunato re del Carnevale, si spengono un po’ ovunque le luci della settimana carnevalesca. Non a Bulzi però che invece si prepara con frenetica attesa al giorno di “Sapadu Iscasciadu”, lo scatenatissimo e irriverente sabato pazzo dei bulzesi a cui da oltre 40 anni partecipa tutta l’Anglona. Questa insolita coda del carnevale a Bulzi è divenuto un evento che coinvolge l’intero paese, nata dalla scelta dei bulzesi di valorizzare in modo particolare il Carnevalone. La ricorrenza trae origine infatti negli anni 70 su iniziativa di un gruppo di giovani del luogo che decisero di puntare su questa giornata per il gusto sottile e proibito di mantenere quella vena dissacrante della festa anche in tempo di Quaresima. Da allora si ripete ogni anno e richiama a Bulzi la parte più resistente e irriducibile della gioventù anglonese. Il programma prevede per domani, alle 20 nel campo sportivo, la simpatica partita di calcetto in maschera fra due squadre storiche, il cui nome è già tutto un programma: “Bos faghìmus su culu” e “Amus a bidere” con la telecronaca in diretta del duo “O la Var o la spacca”. Il clou sarà però sabato 17 quanto alle 13, nella tensostruttura di via Segni, sarà servito un mega pranzo con un menù a base di pietanze e prodotti tradizionali, aperto a tutti. Alle 16,30 partirà la sfilata dei carri allegorici con i gruppi in costume a tema. Dalle 18 la tensostruttura si trasformerà in discoteca con la musica del duo “Gianluca e Imma” per proseguire poi sino a tarda notte con le proposte musicali del dj Tarcy e dalle 23 con il dj Davide Merlini. E non finirà qui visto che domenica 18, alle 16, ci si potrà divertire ancora con la tradizionale “Pentolaccia”, con i giochi per i bambini e con la musica del dj Cristiano. (m.t.)