Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui

A Viddalba guerra ai vandali con la videosorveglianza

Il Comune ha ottenuto un finanziamento regionale per garantire sicurezza ai propri cittadini Alle telecamere non sfuggiranno nemmeno quanti depositano i rifiuti nelle zone vietate

VIDDALBA. Guerra ai vandali e ai maleducati con l’aiuto delle telecamere. Grazie a un cofinanziamento regionale di circa 67mila euro l’amministrazione comunale di Viddalba sta procedendo a mettere in sicurezza i propri cittadini con un sistema di videosorveglianza che vigilerà negli spazi pubblici comunali, e negli ingressi del paese.

L’obiettivo è, appunto, quello di proteggere il territorio sia dai vandali che negli ultimi anni hanno compiuto diversi danni a Viddalba nei confronti di beni i pubblici, sia di scoraggiare e individuare quei cittadini che in maniera diseducativa abbandonano i sacchi dei rifiuti in zone di interesse collettivo provocando un danno ambientale e di immagine al paese e contribuendo a creare pericoli per la salute e l'igiene pubblica.

Tutti gli enti locali destinatari dei finanziamenti regionali Por-Fesr (circa 80 Comuni dell'isola e 11 Unioni dei Comuni) si sono impegnati a sottoporre al Comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza Pubblica i progetti preliminari delle reti di video-sorveglianza con lo scopo proprio di creare un sistema integrato in linea con la direttiva del ministro dell'Interno del 2 marzo del 2012.

«Abbiamo lavorato tanto e in silenzio – dichiara l'assessore all'Ambiente del comune viddalbese Pier Mario Careddu – e alla fine abbiamo portato un grande risultato in quanto sotto i 2mila abitanti sono solamente 32 i progetti che sono stati approvati dalla Regione e hanno ottenuto un finanziamento. Inoltre siamo l'unico paese della Bassa-Valle ad avere ottenuto questo finanziamento». C’è da dire, comunque che anche l’Unione dei Comuni della Bassa Valle ha ottenuto questo importante finanziamento.

«Ci è stata data questa opportunità – spiega l'assessore Careddu – di rendere più sicuro il nostro paese affinché ora anche noi possiamo maggiormente tutelare i nostri cittadini e i nostri bambini, nonché tutti gli spazi pubblici».

«Sono enormemente soddisfatto di questo importante risultato ottenuto - dichiara il sindaco di Viddalba Vittorio Ara - con questo sistema di videosorveglianza di ultima generazione contribuiremo insieme alla forze dell'ordine del territorio a dare maggiore e sicurezza alla nostra collettività. Questo naturalmente ci permetterà di monitorare al meglio tutti gli atti di teppismo e vandalismo che troppo spesso hanno colpito le nostre strutture pubbliche».

Atti che hanno comportato ingenti spese per riparare ai danni materiali compiuti, oltre ai disagi procurati alla collettività.