consiglio comunale 

Ittiri, la richiesta di zona franca si ferma a una mozione

ITTIRI. La seduta del consiglio comunale che, viste le iniziative messe in campo, avrebbe dovuto rappresentare le pietra miliare sulla strada che conduce all'attuazione della zona franca, rischia,...

ITTIRI. La seduta del consiglio comunale che, viste le iniziative messe in campo, avrebbe dovuto rappresentare le pietra miliare sulla strada che conduce all'attuazione della zona franca, rischia, viceversa, di essere ricordata come il classico topolino partorito dalla montagna della “policrazia”. Infatti, l'acronimo (politica e burocrazia) ha preso forma e contenuto nel corso del dibattito seguito all'esposizione della mozione del gruppo di minoranza “Insieme per Ittiri”, illustrata dal consigliere Antonio Dore. Nel documento «si propone di sollecitare la Regione ad avviare il procedimento per il riconoscimento della zona franca integrale della Sardegna per un regime fiscale vantaggioso compensativo, impegnando sindaco e giunta a sollecitare governo nazionale e giunta regionale per ultimare l'iter attuativo».

Ma il percorso politico, si è appreso dalle parole del sindaco Antonio Sau che, condividendo l'iniziativa della minoranza, ha ricordato una analoga iniziativa datata 2013, deve tener conto della miriade di leggi e leggine, puntualmente integrate da sentenze della Corte Costituzionale. L’argomento si è concluso con l'approvazione, all'unanimità, di un documento che se, da una parte ha sancito, rafforzandolo, l'istituto dell'ovvietà (per procedere occorre attendere i pareri degli organi superiori) dall’altra ha dato una risposta, in classico politichese, agli oltre 400 cittadini che con un articolato documento chiedevano un pronunciamento chiaro, sulla “Attivazione della Zona Franca Integrale al consumo per la città di ittiri”. Dopo l'approvazione di un documento, che ha visto maggioranza e minoranza concordare un percorso condiviso, il numeroso pubblico presente ha lasciato l’aula.

Il Consiglio si è poi occupato, discutendo una interrogazione della minoranza, di sicurezza. Il capo gruppo di “Insieme per Ittiri”, Giommaria Deriu, ha posto all'attenzione gli inquietanti avvenimenti relativi a furti, consumati, principalmente, a danno di anziani che vivono da soli. Il fenomeno, ha sottolineato Deriu riguarda anche le campagne dove allevatori e agricoltori subiscono danni e furti in preoccupante aumento, nonostante l’encomiabile impegno dei barracelli e delle forze dell'ordine che, forse, andrebbero potenziate con uomini e mezzi. Il primo cittadino ha ricordato che circa due mesi fa ha chiesto e ottenuto un incontro al Prefetto di Sassari per rappresentare la difficile situazione di Ittiri ricevendo, sentito il comitato di sicurezza, assicurazioni circa l'adozione di misure specifiche, e visto che la situazione non è cambiata Sau chiederà un altro
incontro al Prefetto. Nel frattempo, ha concluso il capo dell'esecutivo, si è provveduto ad intensificare la videosorveglianza nell'abitato con l'installazione di telecamere in via S. Francesco, Via Guttierrez, Piazza del Mercato e Piazza Umberto.

Vincenzo Masia



TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro