Regione pronta a cedere alcuni immobili nel Parco dell'Asinara

La Conservatoria delle Coste incontra il Comune per valutare la situazione. Tra le richieste il carcere di Fornelli da trasformare in porta d’accesso all’isola

PORTO TORRES. La Conservatoria delle Coste vuole fare ragionamenti concreti con Ente Parco Asinara e Comune di Porto Torres per la cessione in comodato d’uso o locazione di alcuni immobili dell’isola parco. Lo ha detto a chiare lettere ieri mattina il commissario straordinario Giacomo Pilia durante la riunione operativa per discutere del regolamento per l’assegnazione in uso dei beni immobili dell’Asinara di proprietà della Regione – nella sala del palazzo comunale – alla presenza del sindaco Sean Wheeler e del vicepresidente dell’Ente Parco Antonio Diana.

Un incontro istituzionale convocato dalla stessa Conservatoria per dialogare e condividere dopo anni di un disciplinare sull’utilizzo degli immobili dell’isola, dunque, al quale hanno partecipato anche il vicesindaco Marcello Zirulia e l’assessora al turismo Alessandra Vetrano per l’amministrazione comunale e il direttore del Parco Pierpaolo Congiatu.

L’Agenzia regionale si riserva comunque di definire l’utilizzo degli immobili a disposizione, in via prioritaria, sulla base dei propri programmi e progetti: rientrano nelle tipologie del regolamento i beni concessi per attività di carattere istituzionale a enti pubblici, quelli concessi per finalità commerciali o produttive a privati e quelli concessi per altre attività compatibili con gli usi ammissibili all’interno del Parco. Le concessioni più frequenti possono essere di tipo occasionali, ossia che non superano i 15 giorni e hanno come finalità eventi di tipo culturale e sportivo organizzate da privati e aperte al pubblico.

Le concessioni più importanti per gli enti pubblici previsti dal disciplinare sono però quelle stabili e a comodato pubblico e potranno essere assegnate solo a seguito di espresso atto di indirizzo della giunta regionale. Le prime sono superiori ai 5 anni e potranno essere assegnate sulla base di procedure ad evidenza pubblica, mentre quelle a comodato precario a tempo indeterminato devono essere convertiti in locazione qualora l’uso del bene generi utili a favore del comodatario.

Tra le richieste di concessione pluriennale c’è la struttura carceraria di Fornelli, in cui l’Ente Parco ha inserito 100mila euro nel proprio bilancio per pensare al carcere come porta sud d’accesso all’Asinara e come grande contenitore di storia, cultura, saperi, sapori e profumi dell’isola. «L’incontro ha rappresentato un passo importante per una migliore fruizione dell'isola parco – ha detto il sindaco Sean Wheeler – e ci siamo ritrovati intorno a un tavolo per analizzare e soprattutto condividere uno strumento regolatore che sono sicuro porterà giovamento a tutta l’isola e al suo golfo».

Soddisfazione anche da parte del vicepresidente Antonio Diana per questa bozza di convenzione proposta dalla Conservatoria delle coste, soprattutto perché si sta avvicinando la stagione estiva e non mancano le

richieste di immobili. «È stato il secondo incontro costruttivo con il nuovo commissario – ha sottolineato Diana – e ritengo che sia cominciata una fase che possa dare risposte certe sia agli enti pubblici sia ai privati che operano e forniscono servizi sul Parco dell’Asinara».
 

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro