Osilo, gli alunni faranno musica con Sonos

Il Comune aderisce alla scuola civica di Nulvi, capofila del progetto, per formare al meglio i giovani

OSILO. Da Sonos de janas a Sonos, il passo sembra breve, ma dietro c’è tutto il travaglio di una avventura che si chiude dopo sedici lunghi anni, e di una pagina nuova che si apre, con prospettive, pare, molto incoraggianti per la formazione musicale dei ragazzi di Osilo. A pochi giorni dalla riunione del consiglio comunale che aveva sancito il recesso dalla convenzione per la gestione associata della scuola civica di musica “Sonos de janas”, l’assemblea civica è stata riconvocata con un unico punto all’ordine del giorno: “Adesione Scuola civica di musica “Sonos” di Nulvi. Approvazione schema di convenzione”. E questa volta, la deliberazione è stata approvata all’unanimità, anche col voto favorevole della minoranza. “La scuola civica è una realtà importante – ha detto l’assessore alla Cultura Simona Pisano - e ancora una volta se ne riconosce la validità formativa ed educativa, è per questo che oggi si intende proporre l’adesione ad un’altra compagine, più strutturata e dinamica, che ci aiuterà a rinnovare il patrimonio didattico della scuola e promuoverla anche in altri contesti».

La scelta, più che naturale considerata la contiguità dei territori e l’appartenenza alla stessa Unione dei Comuni, è caduta su Nulvi e sulla scuola civica “Sonos”, che comprende, oltre all’ente capofila, anche i Comuni di Bulzi, Chiaramonti, Martis, Perfugas, Tergu, Laerru e Tula.

Solo nello scorso anno, secondo i dati resi noti dall’assessora, Sonos ha organizzato oltre quaranta eventi culturali, collaterali all’attività della scuola civica «e questo ha rappresentato – ha sottolineato Simona Pisano - un obiettivo di sviluppo ed un potenziamento del calendario turistico/culturale locale di ciascun comune aderente».

Il capogruppo della minoranza di “Osilo vive” Franco Urgeghe, nel preannunciare il voto favorevole del suo gruppo, ha suggerito di prendere contatti con il dirigente scolastico, per provare a dare un indirizzo musicale all’istituto comprensivo. Il sindaco Giovanni Ligios ha risposto che la cosa è nelle intenzioni della maggioranza, e che nei prossimi incontri sarà un argomento sul quale discutere. Polemiche rientrate, dunque, dopo la chiusura – ormai inevitabile, dopo il recesso dei comuni di Ittiri e Putifigari, e la indisponibilità ad assumere il ruolo di ente capofila da parte dei comuni di Olmedo e Villanova Monteleone, - della scuola civica di musica “Sonos de janas”, con piena soddisfazione di tutti. Anche perché, si legge nella delibera del consiglio, la scuola civica di Nulvi,
che è nata nel 2003, «garantisce continuità didattica e maggiore attenzione alle sedi distaccate». Nei prossimi giorni si terrà un incontro fra i rappresentanti del Comune di Osilo e il direttore della Sonos, per concordare tempi e modalità di avvio dei corsi.

Mario Bonu

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro