Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui

Bruchi killer, disinfestazione in Goceano

BONO. Al via alla battaglia contro la Lymantria dispar, il lepidottero che attacca querce, sugherete e lecci anche nei territori del Goceano grazie a un ulteriore finanziamento di 600mila euro...

BONO. Al via alla battaglia contro la Lymantria dispar, il lepidottero che attacca querce, sugherete e lecci anche nei territori del Goceano grazie a un ulteriore finanziamento di 600mila euro stanziato dalla Regione.

La campagna di disinfestazione prenderà il via entro il mese anche in Logudoro e in altre zone dell’isola. Interesserà nel dettaglio le foreste dei Comuni di Bono, Bottidda, Burgos, Esporlatu, Illorai, per circa quattro mila ettari, e nel territorio di Foresta Fiorentini, per circa quattromila e quattrocento ettari, situato nei Comuni di Pattada, Bultei e Nughedu San Nicolò. L’intervento comprende anche Alà dei Sardi e Buddusò.

Il Goceano aveva rischiato di restare fuori dall’intervento, nonostante l’azione devastante dei bruchi avesse colpito anche le numerose sugherete della zona che rappresentano una voce importante dell’economia. L’azione del lepidottero killer comincia a maggio e la sua veloce riproduzione produce danni con effetti dsstrosi anche negli anni successivi. Ecco perché è importante intervenire per tempo.

Il sindaco di Bottidda e consigliere regionale Daniele Cocco aveva presentato un emendamento alla legge finanziaria assieme al consigliere Piermario Manca perché anche il Goceano fosse inserito nella campagna di disinfestazione evitando così danni alle imprese sugheriere. (e.c.)