Una pista ciclabile per la Valle di S’incantu

Il percorso ecosostenibile da un milione di euro collegherà Ittiri, Putifigari e la suggestiva necropoli

PUTIFIGARI. Nel protocollo d’intesa “Terre di tradizioni” sancito dalla firma tra l ’assessore regionale alla programmazione Raffaele Paci ed i 23 comuni del Coros-Anglona, è previsto il "Percorso ecosostenibile della Valle di S’Incantu.

Con un finanziamento di oltre un milione di euro verrà realizzata una ciclovia pilota eco-sostenibile: un percorso ciclo-pedonale che collegherà Ittiri, Putifigari e la necropoli di "S’Incantu-Montesiseri".

Il territorio di Putifigari vanta la presenza della necropoli di Monte Siseri, con la splendida tomba de "S'Incantu", o Tomba dell'Architettura Dipinta: un monumento di eccezionale interesse, un "pezzo unico" in tutta la Sardegna per tecnica di realizzazione, armonia costruttiva, raffinatezza delle decorazioni e stato di conservazione, e rappresenta l'apice dell'architettura funeraria preistorica in Sardegna.

Verrà migliorata l’accessibilità al sito, che comprende anche altri due ipogei e le domus de janas di Badde de Jana. Putifigari, quindi, diverrà il crocevia obbligato, e ciò creerà nuovi servizi ed opportunità di lavoro.

La promozione di una nuova forma di mobilità ecocompatibile e non inquinante è alla base della filosofia dell’amministrazione comunale di Putifigari, per uno sviluppo durevole e sostenibile del territorio. Il nuovo percorso pedociclabile sarà completamente accessibile da parte dei diversamente abili e delle persone di ogni fascia di età.

Dice il sindaco Carta: «La realizzazione della sentieristica pedo-ciclabile è la risposta ad un corretto e più consapevole utilizzo del territorio e delle bellezze naturali, senza alterarne la “natura. Quale migliore strumento quindi, oltre alle scarpe, per poter apprezzare e vivere questi aspetti caratteristici e talvolta unici del paesaggio, se non la bici».

Oltre ai sentieri pedonali, sarà implementato un sistema di videosorveglianza e rilevazione delle condizioni fisiche interne e esterne, e l'installazione di un apparato informativo multilingue, con pannelli tradizionali e didattici.

«Un grande risultato raggiunto grazie all’eccellente regia del Centro Regionale di Programmazione ed alla indispensabile capacità di tutte le amministrazioni coinvolte – conclude il sindaco Carta– niente più logica “campanilistica” ma un approccio più sistemico,
foriero di nuove sinergie».

Il nuovo tratto, che sarà realizzato entro i prossimi trentasei mesi si connetterà al Parco ciclistico dei 2 Mari, ossia una rete di piste ciclabili che collegheranno i principali centri turistici del Nord Sardegna.

Leonardo Arru

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro