Un 25 aprile ricco di celebrazioni

A Ozieri, Mores e Ittireddu in programma cerimonie e intitolazioni di monumenti

OZIERI. Celebrazioni oggi in tutto il Logudoro per la festa della Liberazione. A Ozieri, dove già lunedì si è svolta la celebrazione regionale, gli eventi promossi dal Comune con la sede dell’Anpi prevedono l’incontro alle 10.30 nel viale dei Partigiani Ozieresi di cittadini e autorità per la posa delle corone di alloro sulle lapidi dei caduti, con letture di brani di Italo Calvino e Piero Calamandrei.

A Mores si celebra anche il 70esimo dall’entrata in vigore della Costituzione con l’intitolazione della sala consiliare del Comune alle Madri Costituenti, un doveroso omaggio alle donne che hanno contribuito alla stesura e alla creazione della base di valori della carta costituzionale italiana. L’appuntamento è alle 10.30 nel municipio alla presenza dei cittadini e delle autorità.

Commemorazione solenne anche a Ittireddu, dove in occasione della ricorrenza il Comune inaugurerà anche lo spazio cimiteriale, per troppo tempo trascurato e che attendeva una sistemazione decorosa, adibito a memoriale dei dispersi durante il secondo conflitto bellico. In loro onore è stato realizzato un monumento, creato dall’impresa ozierese Sgarangella su progetto dello scultore oschirese Demetrio Mascia. «Abbiamo atteso il 25 aprile per la presentazione – dice l’assessore alla cultura Elio Farris – perché ci sembrava opportuno farla in concomitanza con questa importante ricorrenza e riteniamo che fosse nostro dovere morale, al di là di ogni tipo
di retorica, dare uno spazio dignitoso a chi ha sacrificato la propria esistenza per tutte le generazioni future». Il programma della giornata prevede alle 10 la messa in parrocchia e a seguire un corteo verso il cimitero per l’inaugurazione e gli interventi delle autorità. (b.m.)

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro