Sorso, le case popolari hanno gli inquilini

Assegnati in via Puggioni i sette alloggi dotati di tutti i comfort e posto auto. A breve la consegna

SORSO. Le case popolari di via PuggionI hanno nuovi inquilini. L’amministrazione comunale di Sorso ha chiuso il travagliato iter della graduatoria facendo scegliere gli alloggi agli aventi diritto. Ora agli assegnatari mancano soltanto la firma sul contratto e le chiavi di casa: sette alloggi dotati di tutti i comfort e di una classificazione energetica ottimale, che significa consumi ridotti per riscaldamento e raffreddamento, e un posto auto personale.

La sottoscrizione delle planimetrie è avvenuta in sala consiliare davanti ai funzionari di Area e dei servizi sociali del Comune. «Oggi il Comune chiude un iter complesso – ha spiegato la responsabile del settore, Emerenziana Spanu –. Un lungo lavoro necessario per compiere le verifiche, servendoci anche di altri uffici e banche dati esterne, utili a evitare ricorsi. La fase della graduatoria è quindi avvenuta in assoluta trasparenza».

L’iter per la formazione della graduatoria era partito circa un anno e mezzo fa, quando la giunta comunale diede mandato agli uffici per scrivere il bando per stilare le graduatorie. L’esame delle domande era partito nella prima seduta della commissione esaminatrice, lo scorso mese di ottobre. Dopo qualche riunione era emerso un dubbio sulla nomina della presidente e, successivamente, erano arrivate le dimissioni degli altri due componenti. Fino a quel momento erano state esaminate 27 istanze rispetto alle 39 pervenute. Nelle settimane a seguire, l’impasse venne superato con la costituzione di un nuovo gruppo di lavoro che ha concluso la missione a metà febbraio pubblicando la graduatoria provvisoria. E il mese scorso si è svolta l’estrazione per determinare le posizioni a pari punti. «Con l’assegnazione definitiva termina il compito del Comune – spiega il consigliere delegato alle Politiche sociali, Gianni Tilocca –. Tutti i documenti verranno quindi trasmessi ad Area, che ha assicurato tempi stretti. Gli assegnatari verranno quindi contattati per firmare i contratti e poi andranno in Comune per la consegna delle chiavi».

Il futuro potrebbe portare buone notizie anche per le persone in graduatoria che non sono riuscite ad avere uno dei sette alloggi di via Puggioni.

«Area dice che già da tempo ha ricevuto un finanziamento della Regione – conclude
Gianni Tilocca – ma capita che alcuni Comuni non abbiano disponibilità di aree. Quindi c’è da capire, interloquendo anche con l’assessorato regionale dei Lavori pubblici, se sia possibile rimodulare questi finanziamenti verso i Comuni con terreni pronti da edificare». (s.sa.)

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro