La tragedia alle porte di Sassari, Alessandro Ortu un ragazzo dal cuore d'oro

Il 22enne di Porto Torres morto carbonizzato nell'incidente di domenica pomeriggio studiava Giurisprudenza e da alcuni mesi aveva trovato lavoro da Bershka

leggi anche:

SASSARI.
La notizia della tragedia rimbalza a Porto Torres a metà serata. Prima timidamente, con un generico "nell'incidente di Sassari è morto un ragazzo di Porto Torres", poi con i dettagli sventagliati dai social. E intorno alle 19 il nome del ragazzo. La città accusa in maniera evidente, è un colpo da ko che ti lascia per terra.

Sono soprattutto i giovani, quelli che lo conoscevano bene Alessandro (ma anche coloro che non avevano frequentazioni abituali) a confrontarsi su quella tragedia assurda. La famiglia del ragazzo è molto conosciuta a Porto Torres: Gavino, il padre, lavora nel settore del commercio dei prodotti ittici, la madre Tina insegna alla scuola dell'infanzia. Alessandro ha un fratello, Tore, e una sorella Stefania. Una famiglia legatissima e lui, l'ultimo di casa, coccolato da tutti.

Da qualche mese si era trovato anche un nuovo lavoro, aveva mandato il curriculum e lo avevano chiamato da Bershka, nel negozio di abbigliamento alla Galleria Auchan di Sassari. Ne andava orgoglioso, e ci sapeva fare proprio per quella propensione naturale al rapporto con gli altri.

Articolo completo e la cronaca dell'incidente nel giornale in edicola e nella sua versione digitale

Auto a fuoco all'ingresso di Sassari: guidatore carbonizzato Poco prima delle 17 di domenica 13 maggio un pauroso incidente ha funestato la giornata a Sassari. Un'auto, una Seat Arona, percorrendo la Sassari-Alghero all'ingresso della città, nel sottopasso vicino a "Globo", è finita contro pilone del ponte prendendo fuoco. Non c'è stato scampo per l'unico passeggero all'interno dell'abitacolo (video di mauro chessa)

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community