Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui

Al centro sociale di Bessude una rete elettrica “intelligente”

BESSUDE. Una “rete intelligente” per l’utilizzo dell’energia elettrica, verrà creata a breve nello stabile adibito a centro sociale, in via della Madonnina. Lo ha deliberato la giunta comunale, che...

BESSUDE. Una “rete intelligente” per l’utilizzo dell’energia elettrica, verrà creata a breve nello stabile adibito a centro sociale, in via della Madonnina. Lo ha deliberato la giunta comunale, che intende utilizzare in questo modo il finanziamento regionale di 61.503,60 euro.

L’obiettivo è quello di aumentare e ottimizzare l’autoconsumo dell’energia prodotta dall’impianto fotovoltaico già realizzato sulla falda sud del tetto dell’edificio del centro sociale. Il progetto prevede l’installazione di tre batterie da 7,2 kWh, per un totale di 21,6 kWh, ciascuna collegata ad un gruppo di conversione di 3 kWh. Il tutto, una volta collegato al quadro generale e alla linea Ac del gruppo di conversione esistente, permetterà di accumulare energia nel caso l’impianto produca più del consumo istantaneo, oppure di supportare le utenze collegate nel caso di maggiore necessità di corrente.

L’utilità dell’intervento si ricava dalla scheda tecnica allegata al progetto sui flussi di energia elettrica nel centro sociale nel 2015: il consumo totale è stato di 17.151 kWh, di questi, 4.994 kWh derivano dall’autoconsumo dell’energia prodotta dall’impianto fotovoltaico dello stabile, mentre 12.157 kWh sono stati prelevati dalla rete. L’impianto, però, ha a sua volta immesso in rete 15.410 kWh dell’energia prodotta dai pannelli fotovoltaici, essendo che l’eccedenza prodotta e non assorbita in tempo reale dai consumi dello stabile, non si poteva finora “conservare”. (m.b.)