Sassari, in auto con l'assassino: «Così l'ho convinto a costituirsi»

Parla l'operaio che ha incontrato Ventriglia dopo l'omicidio del calciatore di 23 anni: «Era sotto casa mia». Il 25enne era in fuga da qualche ora dopo avere accoltellato e ucciso Nicola Della Morte

leggi anche:

SASSARI.
«Mi ha aspettato sotto casa, dall'altra parte della recinzione, lungo il confine. Forse sapeva che sarei uscito alle 7.30 per andare al lavoro. Così me lo sono trovato davanti. Sono io che l'ho convinto a costituirsi. Mi sono assunto la responsabilità di farlo salire in auto per aiutarlo a fare la cosa giusta: presentarsi subito alle forze dell'ordine». Agostino Zara, 39 anni, operaio residente a Ottava, racconta così l'incontro con Daniele Ventriglia, il 25enne che domenica notte ha ucciso con una coltellata al petto Nicola "Nico" Della Morte, 23 anni di Chiavenna (in provincia di Sondrio), calciatore dell'Ottava, e poi ha fatto perdere le sue tracce per più di sette ore.Agostino Zara è l'ultimo ad avere incontrato l'assassino prima dell'arresto da parte di una pattuglia della polizia stradale di Sassari.

Articolo completo e altri servizi nel giornale in edicola e nella sua versione digitale

leggi anche:

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro