Usini riscopre antiche vigne e carciofaie

Domani prima edizione della “UrsiniaLonga”, la passeggiata ecologica con musica e prodotti tipici

USINI. Una passeggiata tra le vigne, oliveti e carciofaie di Usini, con la possibilità di degustare un menù itinerante fatto di prodotti tipici, dalla colazione alla merenda, con l’accompagnamento della musica, del canto e del ballo tradizionale usinese.

In una parola, “UrsiniaLonga, 1a edizione della MagnaLonga usinese chiamata appunto UrsiniaLonga”, riprendendo l’antico toponimo del paese.

La manifestazione, in programma domani, è organizzata dall’amministrazione comunale in collaborazione con le Associazioni locali Sardegna Illogu, Coro di Usini, Fedales de su 68, Origines, Su Velluttu, Consulta Giovanile, Pro Loco, Gruppo folk San Giorgio, Avis., Pro-Civ. e compagnia Barracellare, unite sotto la bandiera della Consulta delle associazioni e con il patrocinio delle associazioni nazionali Città dell’olio e Città del vino. Domani mattina si comincerà alle 10.30 con gran finale nel pomeriggio, lungo un percorso di circa 8 chilometri e mezzo che toccherà i luoghi più suggestivi dell’agro e del centro abitato, in un’atmosfera serena e animata dai canti e balli tradizionali. Sono previsti due tipi di percorso: “Hard”, 10 chilometri con partenza alle 10 e arrivo alle 16.30 e il “Normal”, 8 chilometri e mezzo con partenza alle 10.30 e arrivo alle ore 16.30.

La passeggiata in mezzo alla natura sarà intercalata da sei soste durante le quali le guide specializzate ed esperti del settore spiegheranno ai visitatori le peculiarità del territorio usinese e, durante le stesse, ci si potrà fermare per degustare i prodotti offerti nei sei punti ristoro, seguendo un menù che diventa dunque itinerante: antipasti di terra, pasta artigianale “Andarinos”, carne di cinghiale, frutta di stagione, dolce, caffè: il tutto accompagnate dall’ottimo vino locale (“vermentino”, “cagnulari” e “cannonau”) prodotto da privati e dalle note aziende vinicole. «Una modalità diversa di far conoscere il nostro territorio – ha detto il sindaco di Usini Antonio Brundu – dando ai visitatori un’ampia offerta durante tutta la giornata. Il viaggio tra vigne e carciofaie permetterà loro di vedere le nostre bellezze ambientali ed archeologiche, nelle soste potranno gustare i nostri prodotti agro alimentari e ammirare i canti e i balli della nostra tradizione».

L’evento si concluderà nel pomeriggio in piazza Castello, nella cornice suggestiva
di Corte Diaz, dove sarà possibile ancora degustare il vino locale e assistere a spettacoli di folk e rock con il Coro di Usini, il Gruppo Folk San Giorgio e il duo acustico I Tremendi, oltre alla possibilità per i visitatori di essere loro stessi protagonisti del ballo sardo in piazza.

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro