Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui

Dopo 40 anni ritorna in processione la statua della Madonna

PERFUGAS. Quarant’anni dopo la sua ultima comparsa in pubblico, il simulacro della Madonna degli Angeli è stato scortato durante l’ultima processione del mese mariano appena concluso. È stata una...

PERFUGAS. Quarant’anni dopo la sua ultima comparsa in pubblico, il simulacro della Madonna degli Angeli è stato scortato durante l’ultima processione del mese mariano appena concluso. È stata una processione notturna molto suggestiva, di cui i perfughesi si ricorderanno a lungo. Manufatto artistico di pregio e anche imponente per le dimensioni, la statua della Madonna degli Angeli non lasciava la parrocchia da più di quarant’anni. La decisione di esporla ancora una volta in una processione è stata presa dal parroco del paese, padre Emmanuele. Portato a spalle per tutto il percorso dai Confratelli della Settimana Santa, il simulacro della Madonna è stato accolto da applausi fragorosi appena ha varcato la soglia della chiesa parrocchiale. Una fiaccolata ha accompagnato la processione e tutte le vie del paese sono state addobbate per l'occasione dagli abitanti, con tante signore di una certa età che hanno accolto la Madonna con cestini di petali di rose. Per rendere ancor più memorabile l’evento padre Emmanuele ha raso eccezionalmente disponibile alla comunità la consultazione del registro di pergamena con le firme di tutti quelli che quasi sessant’anni fa contribuirono all'acquisto dei monili sacri. Ben 1600 firme, vale a dire un’intera comunità che si prodigò allora per rendere onore alla patrona del paese. Molti si sono emozionati nel ritrovare i nomi di genitori e nonni, ripercorrendo le tappe di una “pietas popolare” che segue percorsi diversi dalla storia per così dire ordinaria.

Giuseppe Pulina