citazione diretta 

Dipendente “spiato” nei guai datori di lavoro e investigatore privato

SASSARI. Alla fine per il presidente della Sogeaal (la società che gestisce l’aeroporto di Alghero) e il responsabile del personale, insieme all’investigatore privato che era stato da loro ingaggiato,...

SASSARI. Alla fine per il presidente della Sogeaal (la società che gestisce l’aeroporto di Alghero) e il responsabile del personale, insieme all’investigatore privato che era stato da loro ingaggiato, è arrivata la citazione diretta a giudizio. Reato ipotizzato: interferenze illecite nella vita privata. Gli imputati, in sintesi, andranno direttamente a processo, senza il filtro dell’udienza preliminare.

Un provvedimento che arriva dopo che il gip, rigettando la richiesta di archiviazione del pm, aveva disposto l’imputazione coatta a carico dell’investigatore privato Gavinuccio Mandibola e di Mario Peralda e Giovanni Tolu, rispettivamente direttore generale e responsabile del personale della Sogeaal. La vicenda giudiziaria che ha come protagonista un lavoratore di 63 anni era approdata in precedenza anche al tribunale civile. Tutto cominciò nel 2014 quando in seguito a un periodo di malattia per una depressione l’azienda incaricò un investigatore privato perché “certificasse” come il dipendente passava le sue giornate. Una volta entrati in possesso del materiale fotografico – l’uomo era stato ripreso mentre lavorava nel terreno intorno a casa – Peralda e Tolu lo avevano sospeso dal servizio. Il provvedimento era stato impugnato
dagli avvocati Edoardo Morette e Giuseppe Lay. La Sogeaal aveva presentato ricorso al giudice del lavoro che aveva invece ordinato la riammissione al lavoro del dipendente. Parallelamente era scattata la denuncia penale per l’interferenza illecita nella vita privata. (na.co.)

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

SCRIVERE: NARRATIVA, POESIA, SAGGI

Come trasformare un libro in un capolavoro