Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui

Sassari, via libera al ponte della Buddi Buddi

Il rendering del ponte che collegherà la 131 alla Buddi Buddi

Approvato il progetto definitivo da 5 milioni per collegare la strada con l’ex 131

SASSARI. Via libera al progetto definitivo del collegamento tra la Buddi Buddi e la ex 131. Venerdì scorso si è svolta con esito positivo la seconda ed ultima seduta della conferenza decisoria con cui è stato approvato il progetto definitivo ottenendo tutti gli assensi e nulla osta di legge necessari alla realizzazione dell’opera, e le autorizzazioni di tutti gli altri Enti interessati.

Il progetto da 5 milioni e 400mila euro, prevede il completamento del primo tratto del collegamento che sviluppandosi a ridosso di Sant’Orsola, collegherà la Buddi Buddi, dallo svincolo a trombetta di Rodda Quadda nei pressi del Bar Graziella, alla ex 131, all’altezza della rotatoria di Bricoman. Un’opera che attraverso la costruzione di un viadotto di 10 campate da 30 metri ciascuna, consentirà di superare l’avvallamento, dove scorre il rio Sant’Orsola e passa la linea ferroviaria Cagliari-Porto Torres.

«Un’opera strategica non solo per Sassari ma per tutto il territorio – soiega l’amministratore straordinario della Provincia Guido Sechi - un asse di circonvallazione a nord della città che avrà la funzione di decongestionare il traffico, spostandolo dalla Buddi Buddi alla ex 131».

Il progetto definitivo appena approvato recepisce le modifiche, integrazioni e adeguamenti, richieste nella conferenza precedente, dall’Agenzia regionale del Distretto Idrografico e dal Servizio territoriale opere idrauliche di Sassari.

Le modifiche, finalizzate a rendere l’opera pienamente compatibile con gli aggiornamenti del Pai intervenuti dopo la prima approvazione del progetto nel 2009, prevedono la realizzazione di alcuni interventi di regolarizzazione e rivestimento, attraverso delle scogliere rinverdite, dell’alveo del Rio di Sant’Orsola, tese a renderne più agevole lo scorrimento e a prevenire potenziali fenomeni di erosione dello stesso a cavallo del tratto interessato dalla realizzazione del viadotto.

E ora possibile dare avvio alla fase esecutiva dell’opera che, a seguito degli ulteriori necessari approfondimenti, proseguirà con l’approvazione del progetto esecutivo e quindi, finalmente, all’indizione della gara d’appalto per l’assegnazione dei lavori.