Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui

A Tula le proposte dei cittadini diventano opere pubbliche

TULA. Continua a muovere passi l’operazione “Bilancio partecipato” a Tula con il progetto giunto alla fase della votazione delle proposte presentate dai cittadini. Delle quattordici arrivate sul...

TULA. Continua a muovere passi l’operazione “Bilancio partecipato” a Tula con il progetto giunto alla fase della votazione delle proposte presentate dai cittadini. Delle quattordici arrivate sul tavolo del Comune, dodici erano state dichiarate ammissibili e poste al vaglio della cittadinanza che ha espresso con 133 voti le preferenze nelle diverse aree tematiche in cui i progetti erano stati divisi. Per l’area Lavori Pubblici, Arredo Urbano e Ambiente il primo posto è andato alla proposta di perfezionamento “Percorso Vita” con il 47,1% mentre a seguire c’è la sistemazione dell’anfiteatro e l’auditorium comunale, al terzo posto la realizzazione di un’opera artistica a tema nuragico in ferro battuto e al quarto il miglioramento dell’arredo urbano. Nell’area sociale la musicoterapia ha avuto la meglio sul progetto Alleanze educative e sull’organizzazione delle gite per anziani. Nel settore Cultura e Attività ricreative, la realizzazione di un laboratorio di raccolta, essicazione e intreccio dell’asfodelo è la proposta ritenuta più interessante rispetto ai laboratori artistici e artigianali, al corso di cucina e a un book promozionale sul paese. “Sportivamente Insieme” è stato infine l’unico progetto nel settore sport ma presentato insieme da due associazioni sportive che operano nel settore giovanile. «Abbiamo dato forza ai nostri cittadini che si sono espressi concretamente su alcune voci di bilancio – ha detto l’assessore Maria Paola Canu – a dimostrazione di un dialogo sempre più aperto e diretto con la popolazione. Ringrazio tutti per aver partecipato attivamente alla sperimentazione del bilancio partecipato e sono sicura che vi siano le basi per un proseguimento negli anni successivi». Le proposte vincitrici hanno un costo inferiore al budget complessivo assegnato all’area di intervento e così si potrà dare corpo alle proposte in graduatoria, secondo l’ordine della classifica, qualora il budget assegnato risulti sufficientemente congruo per realizzarle. La giunta ha approvato con una delibera la graduatoria delle proposte presentate e ha già incaricato i responsabili delle aree, ognuno per la sua competenza, all’attivazione delle procedure per la realizzazione delle proposte progettuali, le quali dovranno essere realizzate entro il 31 dicembre. (f.sq.)