Bonorva, stanziati i fondi per l’efficienza energetica

Dalla Regione un milione e mezzo di euro per lavori su tre strutture pubbliche Gli interventi interesseranno il municipio, il centro sociale e il mercato civico

BONORVA. L’assessorato regionale dei Lavori Pubblici ha comunicato all’amministrazione comunale l’approvazione della richiesta presentata per la partecipazione al bando Por Fesr Sardegna 2014/2020, “Energia sostenibile e qualità della vita”, per il finanziamento d’interventi di efficientamento energetico e realizzazione di micro reti in strutture pubbliche nella regione Sardegna, gestito dagli assessorati regionali dei Lavori pubblici e dell’Industria. L’importo del finanziamento, per un totale di un milione e 490 mila euro, riguarda interventi su tre strutture distinte: il palazzo comunale, il mercato civico di piazza Passamar e il centro sociale di corso Vittorio Emanuele II. Gli interventi sui tre edifici serviranno per trasformare l’attuale situazione in classificazione energetica di Nzeb (nearly Zero Energy Building), "a energia quasi zero”, per l’utilizzo del riscaldamento, rinfrescamento, produzione di acqua calda sanitaria, ventilazione e illuminazione. Per ottenere questo risultato saranno oggetto di un’importante ristrutturazione per la realizzazione d’impianti di produzione di energia rinnovabile, sia elettrica sia termica. Nei tre stabili, i lavori comprenderanno interventi d’isolamento termico dell’involucro degli edifici, l’installazione di nuovi impianti di climatizzazione, l’efficientamento dei sistemi di produzione di acqua calda sanitaria, e dei sistemi di riscaldamento e di raffrescamento installati, la sostituzione dei corpi illuminanti degli edifici con dispositivi a elevata efficienza energetica, anche affiancati a sistemi automatici di regolazione, accensione e spegnimento dei punti luce e dei sistemi di telecontrollo e la sostituzione dei serramenti. È prevista la realizzazione d’impianti di produzione di energia elettrica da fonte rinnovabile, destinata all’autoconsumo minimo del 50 % e integrati nella smart grid, installazione di sistemi di accumulo elettrochimico per lo stoccaggio di energia da fonti energetiche rinnovabili, funzionali alla realizzazione della smart grid, l’installazione di sistemi intelligenti di regolazione, gestione, monitoraggio e ottimizzazione dei consumi energetici, funzionali alla gestione dei flussi energetici all’interno della smart grid, l’installazione e integrazione di colonnine di ricarica per i veicoli elettrici che dovrebbero essere posizionate all’interno dei parcheggi comunali e di quelli di piazza Mossa, e l’acquisto di due veicoli elettrici. Una serie d’interventi che dovranno rispettare le previsioni del bando e potranno rappresentare anche una piccola boccata d’ossigeno per l’asfittica economia locale. La soddisfazione per il risultato raggiunto è stata espressa dall’assessore ai Lavori pubblici e vice sindaco, Aldo Salaris. «Siamo più che contenti perché si tratta d’importanti risorse che interessano uno dei settori trainanti della nostra comunità – ha osservato–. Bonorva è un paese che si è sempre sostenuto principalmente su un’economia agropastorale e una basata sull’ edilizia, e questo nuovo finanziamento da un impulso assoluto all’indotto dell’edilizia. È giusto ricordare anche lo sforzo ammirevole e il
lavoro preciso ed ineccepibile svolto dell’Ufficio Tecnico, coordinato dall’ingegner Floriana Muroni per lo studio, l’analisi e la partecipazione a questo bando e dal tecnico Tore Sanna, di Torralba, che ha condotto le operazioni di composizione, costituzione e compilazione delle schede».

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro