Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui

Maltrattamenti a scuola, la maestra al bambino: "Sei grasso e puzzi"

E' cominciato a Sassari davanti al giudice monocratico il processo alla insegnante di Nulvi

SASSARI. «Sei grasso», «puzzi come un topo irlandese», «andrai all'inferno col diavolo e non vedrai più i tuoi genitori». Un elenco di accuse da far venire i brividi quelle contenute nella richiesta di rinvio a giudizio della Procura della Repubblica di Sassari per un'insegnante della scuola primaria di Nulvi accusata di maltrattamenti nei confronti di un bambino di seconda elementare.

La mamma un giorno chiese conto all'insegnante di queste parole, soprattutto del perché dicesse al bambino che era grasso, lei avrebbe risposto «che i bambini dovevano imparare ad accettarsi per quello che erano».

Il processo è cominciato davanti al giudice monocratico

Il servizio sul giornale in edicola e nella versione digitale