Estate Turritana parsimoniosa

La spesa prevista è 30mila euro. L’opposizione contesta i ritardi nella programmazione degli eventi

PORTO TORRES. Sono circa 30mila euro i fondi a disposizione dell’amministrazione comunale per organizzare gli eventi dell’Estate Turritana. Lo ha stabilito ieri mattina la commissione Cultura e spettacolo, presieduta da Samuela Falchi, che ha esaminato i fondi a disposizione proponendo gli elementi d’indirizzo per la giunta comunale. Ritorna dopo alcuni anni l'iniziativa “Suoni & Sapori” che si svolgerà in due giornate di agosto tutte dedicate alla musica e all'intrattenimento e il costo previsto è di 10mila euro. Altri spettacoli riguardano le cosiddette Notti colorate, Bianca e Rosa, da calendarizzare a luglio e settembre con una quota di tremila euro. Ci sono infine quattro serate di agosto dedicate al ballo liscio, duemila euro, per accontentare i tanti sostenitori di questa danza. Sono inoltre disponibili dei fondi per le associazioni, che saranno messi a bando per l’organizzazione di ulteriori eventi, e sarà prodotto il materiale promozionale per invitare visitatori di tutta l’isola a partecipare alle iniziative che si organizzeranno a Porto Torres. Per la nuova assessora alla Cultura, Mara Rassu, si trattava della prima riunione con i commissari-consiglieri per pianificare gli appuntamenti di quest’estate e per condividere idee e attività per la programmazione di questo settore. «Il materiale pubblicitario degli eventi estivi – ha detto Rassu – intendiamo distribuirlo anche nei principali centri balneari dell’hinterland: per far questo, però, è indispensabile che le associazioni che hanno interesse a diffondere i propri eventi ci comunichino il programma entro il 20 giugno». Nel frattempo l’assessora porterà in giunta gli indirizzi da trasmettere alla struttura comunale: «Per quanto riguarda la corsa all’anello, invece, ci confronteremo con la struttura per capire se i fondi messi a disposizione consentiranno lo svolgimento della manifestazione. In caso contrario destineremo quelle somme per ulteriori attività di spettacolo». Il consigliere Davide Tellini, dopo aver rimarcato le responsabilità politiche della amministrazione per una programmazione estiva prodotta con notevole ritardo, ha auspicato che le attività proposte possano movimentare l’estate cittadina. «Occorre investire maggiormente sulle manifestazioni che non sono una spesa ma un investimento per la nostra città, che deve collocarsi come un luogo nel quale turisti e non possano recarsi per godere del nostro litorale,
dei futuri eventi per dare ossigeno alle nostre attività commerciali». Già nel passato, ha aggiunto il consigliere sardista Costantino Ligas «si è dimostrato che i contributi destinati alla cultura e spettacolo rappresentano un investimento e meritano cifre maggiori di quella attuale».

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro