Spiaggia della Pelosa, inizia l’estate con le nuove regole

Lavapiedi, aree fumatori, niente teli da mare, barracelli, multe e steward. E ai turisti stranieri piace

STINTINO. L’inizio è stato soft. Complice la naturale buona creanza dei nordici turisti di inizio stagione, per nulla infastiditi da nuove regole e divieti. E il mancato arrivo di molti habituè locali che, piuttosto che procurarsi una stuoia e lasciare nel borsone le sigarette, hanno preferito passare le prime giornate di mare in altri lidi. Ma per i veri conti bisognerà aspettare le orde agostane, che testeranno la capacità del Comune di Stintino di far iniziare per davvero il nuovo corso per la Pelosa, la spiaggia gioiello a rischio “estinzione”.

L’impegno c’è tutto, ed è testimoniato da ventiquattro lavapiedi, sette aree fumatori, un chioschetto informativo e un'isola ecologica mobile, apparsi nella bianca e stanca sabbia della perla stintinese.

I lavapiedi. I rubinetti salva sabbia sono installati nelle sei passerelle, quattro in ognuna. Si attivano con un pulsante e consentono ai bagnanti di risciacquare piedi, giocattoli e altri oggetti dalla preziosa sabbia della spiaggia. Il loro utilizzo è facoltativo ma caldamente consigliato, e comunque gradito. Al Centro servizi è attivo il servizio a pagamento per le docce.

Niente sigarette. Buon successo anche per l’addio alle bionde. Le sigarette chiaramente. A ridosso delle recinzioni delle dune ci sono cinque aree fumatori con posacenere e raccoglitori di cicche. Altre due sono state realizzate lungo il viale asfaltato. E anche lo stabilimento ha dotato i lettini di posacenere. Nel resto della spiaggia il fumo è bandito.

Occhio ai cartelli. Per le altre regole occhio ai cartelli. L’ufficio tecnico del comune dai primi del mese ha installato la segnaletica informativa che riassume i punti centrali del regolamento. Tra questi: è obbligatorio l’utilizzo delle stuoie, è vietato abbandonare rifiuti, è vietato l'utilizzo di detergenti. I cartelli, inoltre, ricordano il divieto di asportare la sabbia e l'ingresso dei cani dalle 8 alle 20. Nei prossimi giorni, in prossimità della strada di risalita verso Capo Falcone, sarà attivata anche l’isola ecologica mobile. E, ogni giorno dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 18, è attivo il chiosco informativo,

Controlli e multe. In questi giorni è possibile vedere barracelli e polizia municipale in perlustrazione sul tratto in cui vigono i divieti. A breve, in particolare sulle passerelle, saranno in servizio anche degli steward che vigileranno ma daranno anche informazioni. Multe: da 25 a 500 euro, con pagamento ridotto a 100.

L’assessora. «In questa

prima fase – afferma l'assessora al Turismo Francesca Demontis – stiamo cercando di abituare il turista alle novità. Piacciono le aree fumatori e i lavapiedi. E se ancora c'è un margine di tolleranza, saremo assolutamente intransigenti con chi abbandona i rifiuti in spiaggia».
 

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro