Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui

Acqua vietata il sindaco: «Abbanoa intervenga»

TISSI. Acqua non potabile in tutto il territorio comunale di Tissi. Il sindaco Giovanni Maria Budroni venerdì ha infatti emanato un’ordinanza che vieta di usare l’acqua della rete idrica comunale...

TISSI. Acqua non potabile in tutto il territorio comunale di Tissi. Il sindaco Giovanni Maria Budroni venerdì ha infatti emanato un’ordinanza che vieta di usare l’acqua della rete idrica comunale come bevanda e per la preparazione di alimenti, consentendone l’utilizzo unicamente per uso domestico e per l’igiene personale. Il problema deriva dalle analisi fatte dal dipartimento di prevenzione dell’Ats, che ha rilavato in un punto di campionamento parametri non conformi per quanto riguarda la torbidità.

«Per precauzione – sottolinea il sindaco – abbiamo esteso il divieto di utilizzo a tutta la rete idrica comunale, e preso immediatamente contatto con Abbanoa che sta provvedendo al lavaggio della rete per eliminare le impurità. Monitoriamo quotidianamente i lavori e, non appena i parametri rientreranno nella norma, ne informeremo la popolazione. Comunque un’autobotte è a disposizione tutti i giorni dalle 9 alle 13.30 in via Sardegna».

A causare il problema probabilmente le forti piogge dei giorni scorsi. «Purtroppo però – sottolinea il sindaco Giovanni Maria Budroni – c’è anche un problema di usura delle condotte, che Abbanoa conosce benissimo e che abbiamo più volte segnalato. L’acqua che esce dai rubinetti è spesso torbida, e questo in un Comune come il nostro, che di acqua è ricco, è doppiamente insopportabile. Quello che chiediamo con forza ad Abbanoa, oltre alla soluzione più veloce possibile del problema attuale, è di mettere in campo una volta per tutte un progetto complessivo di sostituzione delle vecchie condotte. Che restituisca a Tissi acqua di buona qualità per 365 giorni all’anno».