Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui

Alunni delle medie bilingui e premiati

Gli studenti scrivono poesie in sardo e si distinguono nei concorsi

FLORINAS. Da 19 anni nella scuola media di Florinas che fa capo dell’Istituto comprensivo di Ossi, il sardo è materia di studio, con l’obbiettivo di rendere gli alunni bilingui. A trasmettere amore e passione per lo studio del sardo è stata la loro insegnante Giovanna Maria Ledda, che da anni si adopera per far capire la bellezza della lingua materna che serve a conoscere le proprie origini, la propria storia e per progettare meglio il domani. Nella scuola florinese c’è una notevole presenza di alunni marocchini e anch’essi lavorano egregiamente in lingua sarda convinti che l’uguaglianza può esistere pur nella diversa cultura.

L’attività è stata incoraggiata anche dal fatto che la produzione creativa dei ragazzi è apprezzata, fuori dalla scuola, nei concorsi di lingua sarda, molti dei quali hanno una sezione riservata agli alunni delle scuole. Tutte le attività connesse al progetto in limba nel tempo si sono rivelate importanti per il conseguimento delle competenze di cittadinanza attiva e democratica, per l’orientamento didattico ed educativo, per l’ampliamento delle conoscenze sulla Sardegna e delle sinergie scuola-famiglia. I ragazzi di Florinas hanno meritato numerosi premi, individuali e di gruppo, tra questi quello indetto nei mesi scorsi dal Comune di Quartucciu, nel quale per la sessione “poesia” hanno meritato il primo premio Zineb Kharbouch, il secondo Erica Carboni, il terzo Zineb Ibnorida e menzioni speciali sono andate a Emma Bellai, Marianna Casu, Federico Chessa, Alessia Cossu, Edoardo Era, Nicola Merella, Antonello Porcu, Davide Sanna, Pietro Sanna e Aurora Tidore.

Mauro Tedde