laerru 

Materiali riciclati nella sfilata di moda dei bambini

LAERRU. Educazione estetica, sostenibilità ambientale, scoperta e valorizzazione della storia locale e regionale. Tutto questo può ritrovarsi in un progetto scolastico da destinare alla fascia più...

LAERRU. Educazione estetica, sostenibilità ambientale, scoperta e valorizzazione della storia locale e regionale. Tutto questo può ritrovarsi in un progetto scolastico da destinare alla fascia più giovane degli studenti. È accaduto a Laerru, dove i bambini che frequentano la scuola dell’infanzia hanno raccolto tanti applausi al termine di una sfilata che, anticipandola in senso astratto di qualche settimana, ha fatto da chiusura ideale al loro anno scolastico. Si è trattato di una sfilata di moda che ha visto i piccoli modelli indossare abiti realizzati con materiali poveri naturali e di risulta. Proprio come chiedeva di fare il progetto scolastico intitolato “Cose buttate via e dimenticate rivivono diventando splendidi abiti da indossare come gioielli” e di cui la sfilata è stata il coronamento finale. «Gli abiti creati – dichiarano le maestre – hanno sintetizzato il lavoro svolto durante l’anno, rappresentando le stagioni e gli elementi che le caratterizzano; si è poi lavorato anche alla valorizzazione della cultura sarda attraverso la creazione di abiti che richiamano la Sardegna». Pezzo forte della sfilata è stato l’abito per la sposa, modello di punta della collezione che ha dato un po’ l’idea di una regalità da
sogno. Fieri del loro lavoro, tutti i bambini hanno sfilato con disinvoltura. Per i più grandicelli c’è stata anche una sorpresa finale: la consegna in stile accademico, con tanto di toga e tocco, da parte delle maestre del diploma che chiude il loro primo ciclo di studio. (g.pu.)

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro