l’inchiesta  

Morta in casa, il pm dispone autopsia

La 50enne era stata trovata priva di vita dentro la vasca da bagno

SASSARI. Sarà l’autopsia disposta dalla procura della Repubblica a far luce sulle cause della morte di una cinquantenne sassarese trovata priva di vita nel suo appartamento alla periferia della città la mattina di lunedì scorso.

Il sostituto procuratore Enrica Angioni ha aperto un’inchiesta e domani mattina affiderà l’incarico al medico legale per eseguire l’esame autoptico.

Il magistrato ha iscritto - come atto dovuto - un medico dell’ospedale Civile nel registro degli indagati con l’ipotesi di omicidio colposo. Sabato 30 giugno, due giorni prima del decesso, la donna si era infatti recata al Santissima Annunziata lamentando forti dolori addominali. Dopo diversi accertamenti la cinquantenne era stata dimessa e aveva fatto rientro a casa. Lunedì mattina una amica della donna, che viveva sola, non sentendola da qualche giorno aveva aperto la porta di casa e aveva trovato la cinquantenne priva di vita all’interno della vasca da bagno. La Procura attraverso l’esame autoptico, che verrà eseguito nell’istituto di patologia forense
dell’università, vuole capire se ci siano state responsabilità da parte del medico dell’ospedale che l’aveva visitata due giorni prima del decesso e se una consulenza chirurgica avrebbe potuto evitare la tragedia. All’autopsia parteciperà, insieme al medico legale, anche un chirurgo.

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro