Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui

“All’ombra della basilica” di Ardara

Successo della serata medievale voluta dal parroco don Paolo Appeddu

ARDARA. Un grande successo, per certi versi inaspettato, ma di buon auspicio per le future attività, ha salutato il debutto della prima iniziativa “All’ombra della basilica” tenutasi ad Ardara nei pressi della chiesa medievale di Nostra Signora del Regno.

Un evento nato da un’idea del parroco don Paolo Appeddu con la collaborazione della storica dell’arte Giuseppina Deligia e la cui organizzazione è partita in sordina ma che poi ha coinvolto circa 200 figuranti nonché lo scrittore Vindice Lecis che ha condotto un’interessante chiacchierata sul Medioevo partendo dai suoi romanzi storici ambientati in quell’epoca storica.

Le alte temperature previste non hanno scoraggiato i numerosi partecipanti, che, in serata, sono stati ricompensati con una graditissima brezza che ha permesso loro di godere della degustazione medievale (molto apprezzata) a base di zuppa di ceci, ippocrasso (vino speziato), acqua e dolce, rigorosamente servito con accurate riproduzioni di stoviglie d’epoca, e delle danze eseguite dal Gruppo Storico Medievale di Ardara, che ha anche affascinato i presenti sfilando in un popoloso corteo storico.

In programma anche una visita guidata alla splendida basilica medievale nonché, come detto, la presentazione della trilogia medievale di Lecis.

Il tutto è stato coronato da un grande successo e da una grande partecipazione di pubblico, che hanno premiato la giusta intuizione degli ideatori e hanno confermato la grande attenzione che c’è verso la storia sarda, e quella medievale in particolare.

Un ottimo risultato per quella che è la «puntata zero» di un futuro programma di eventi volti a promuovere la basilica di Nostra Signora del Regno e lo stesso paese di Ardara, antica capitale del Giudicato di Torres. (b.m.)