Sassari, 35enne in coma etilico salvato dal 118

L’intervento degli operatori del 118 in via Padre Zirano è stato provvidenziale per salvargli la vita

SASSARI. L’intervento degli operatori del 118 è stato provvidenziale per salvargli la vita. Quando i sanitari sono arrivati in via Padre Zirano, nell’area dell’ex Conceria Costa dove hanno trovato rifugio clochard e persone in difficoltà, l’uomo - 35 anni, padre di un bambino - aveva perso conoscenza. Probabilmente era in coma etilico. Il farmaco salva vita ha consentito di superare la crisi e dopo l’intervento di soccorso, l’uomo ha anche rifiutato il trasporto in ospedale. Per terra siringhe, cartoni di vino e bottiglie di superalcolici, rifiuti.

L’episodio richiama l’attenzione su quell’angolo di disperazione dentro la città dove si radunano disperati, persone senza casa e che hanno perso quasi tutto. Il loro rifugio è un immondezzaio dove ogni speranza si cancella con l’alcol e la droga.

Forse è necessario un intervento serio per chiudere quegli spazi diventati di nuovo zona pericolosa e per valutare le possibilità di aiuto

- ove possibili - per le persone in difficoltà. Nelle ore notturne sono stati segnalati da alcuni residenti della zona episodi di violenza e situazioni di rischio elevato che non possono essere ignorati. Serve una azione adeguata prima che accada qualcosa di veramente grave.
 

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Come trasformare un libro in un bestseller