Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui

Festa di Santa Maria degli Angeli tra fede, cabaret e tanta musica

PERFUGAS. Tributi alle tradizioni sarde, cabaret, musica, folklore e, naturalmente, i riti religiosi con processioni, messe e veglie. La festa patronale di Santa Maria degli Angeli, che inizierà...

PERFUGAS. Tributi alle tradizioni sarde, cabaret, musica, folklore e, naturalmente, i riti religiosi con processioni, messe e veglie. La festa patronale di Santa Maria degli Angeli, che inizierà domani primo agosto, presenta, come da consuetudine, un programma ricco di manifestazioni e appuntamenti. Dopo gli ultimi riti religiosi preparatori che si concluderanno mercoledì, seguiranno i grandi festeggiamenti del 2 agosto: prima messa delle 8.30, processione per le vie del paese accompagnata dalla banda musicale “Città di Sennori”, messa solenne che sarà celebrata da padre Emmanuele e animata dal coro parrocchiale. La predica sarà affidata a don Giuliano Oggiano, uno degli sacerdoti di più fresca ordinazione della diocesi. Il primo tributo alle tradizioni dell’isola è in programma per mercoledì (piazza San Giovanni, ore 22) con la gara poetica “in limba” che impegnerà Giuseppe Porcu di Irgoli, Bruno Agus di Gairo e Diego Porcu di Santu Lussurgiu, con l’accompagnamento del tenore di Orgosolo. Giovedì 2 agosto (piazza Mannu, ore 22) è prevista l’esibizione di Cristian Cocco, volto sardo di “Striscia la notizia”. Lo spettacolo del cabarettista sarà preceduto dai “Clisma”.

Sabato, sempre in piazza Mannu, ci sarà “Ballos in piatta”, festival dell’organetto diatonico che vedrà alternarsi sul palco diversi “sonadores”. Due giorni dopo, nella stessa location, si terrà la XXI edizione del Festival Internazionale del Folklore perfughese con la partecipazione del coro Perfugas di Matteo Peru, il Gruppo Folk San Giorgio Usini, Su Coru Piaghesu e gruppi provenienti da Messico, Ucraina e Nuova Zelanda che daranno al festival un tocco di internazionalità.

Giuseppe Pulina