Estate Turritana “povera” tagli al budget degli eventi

Scesi da 30mila a 22mila euro i fondi per il calendario delle manifestazioni L’assessora allo Spettacolo Rassu: «I risparmi andranno alle iniziative natalizie»

PORTO TORRES. Un’Estate Turritana “povera” di eventi e in ritardo con i tempi quella programmata dall’amministrazione comunale. A riprova di ciò, con il mese di luglio ormai già alle spalle, nei giorni scorsi la giunta comunale ha anche rimodulato il programma delle manifestazioni pubbliche e il piano della comunicazione per la pubblicità. Il budget assegnato all’assessorato allo Spettacolo è infatti sceso improvvisamente a 22mila euro – al contrario dei circa 30mila euro dichiarati durante i lavori della commissione Cultura dello scorso giugno – e di questo non ne fa mistero l’assessora allo Spettacolo Mara Rassu. «Abbiamo lasciato 8mila euro a fondo per gli eventi da organizzare a Natale – ha detto – e con la somma di 22mila euro abbiamo organizzato le manifestazioni estive: attraverso una indagine di mercato ci siamo infatti resi conto che i soldi messi a disposizione per l’Estate Turritana non potevano coprire le spese di Siae e per la sicurezza». Il calendario comprende una serata di ballo liscio in piazza Umberto I (1.300 euro), due Notti colorate (4mila euro), la due giorni della manifestazione Suoni & Sapori (15mila e 500 euro) e il piano della comunicazione (1.200 euro). Le Notti colorate sono previste l’11 agosto e l’8 settembre lungo il corso Vittorio Emanuele e ciascuna di queste dovrà prevedere lo svolgimento di 4 momenti di intrattenimento con attività di giocoleria e artisti di strada e 3 postazioni di intrattenimento musicale. Il 17 e 18 agosto si svolgerà invece la manifestazione Suoni & Sapori, sempre nel centro cittadino, che comprende la realizzazione di due concerti musicali: si comincia con Luca Mascia e i “Niera”, una band di genere etno-pop, e il giorno dopo salirà sul palco di piazza Umberto I il cantautore Piero Marras. Si tratta di un evento a forte caratterizzazione identitaria che manca da diversi anni nel territorio comunale, con l’obiettivo di valorizzare tradizione, cultura, musica e gastronomia della Sardegna.

Lungo il corso Vittorio Emanuele saranno ospitati gli stand della Coldiretti e gli stand degli operatori dell’ingegno, artigianato e alimentari. Nelle giornate interessate agli eventi si provvederà all’istituzione
di zone pedonali, previa valutazione della fattibilità da parte della comandante della polizia locale, provvedendo a delimitare le aree pedonali e le zone a traffico limitato, tenuto conto degli effetti del traffico sulla sicurezza della circolazione e sull’ordine pubblico.

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro