Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui

Rissa a Calici di stelle: 32enne finisce in ospedale

Un giovane di Sorso ferito al collo con un bicchiere lanciato durante la bolgia In piazza due ambulanze del 118 e i carabinieri. Identificato il responsabile

SORSO. Tragedia sfiorata la notte di Calici di stelle. Una furibonda rissa si è conclusa con una bicchierata al collo che poteva costare molto cara a un giovane di Sorso, un 32enne che ha riportato un profondo taglio al collo. Il responsabile è stato rintracciato e identificato dai carabinieri.

Il fatto è avvenuto intorno alle 3.30 della notte tra sabato e domenica scorsi, in un locale tra le piazze S. Agostino e Bonfigli, nel cuore della città e della festa dell’estate. Tutto è cominciato con una scaramuccia tra due uomini di Sorso, uno di 43 e l’altro di 32 anni. All’inizio sono volate parole e poi la situazione è degenerata. Sono partiti i primi schiaffi e all’improvviso il 43enne ha afferrato un bicchiere e lo ha scagliato contro il contendente ferendolo al collo.

A quel punto il 32enne ha cominciato a sanguinare copiosamente. La scena si è svolta tra le centinaia di persone ancora in piazza per festeggiare la notte di Calici di stelle. Davanti al locale sono immediatamente arrivati i carabinieri di Sorso, che stavano effettuando il servizio di ordine pubblico durante la manifestazione. I militari, guidati dal comandante Alessandro Masala, hanno soccorso il giovane rimasto ferito.

Nel cuore della città sono arrivate anche due ambulanze, quella di Sardegna emergenza da Sennori e la medicalizzata Mike 02 da Porto Torres. Il 32enne ha ricevuto le prime medicazioni sul posto dal personale sanitario, che ha monitorato i parametri vitali ed effettuato una prima medicazione. L’ambulanza si è poi spostata nella guardia medica di via Sennori per uscire dalla bolgia della manifestazione, dove il clima attorno ai soccorritori non era dei migliori. A quel punto il giovane è stato trasportato all’ospedale Santissima Annunziata di Sassari a bordo della medicalizzata. I medici del pronto soccorso lo hanno visitato e medicato e dopo alcuni accertamenti clinici il 32enne è stato dimesso con una prognosi di dieci giorni di cure.

Dopo di ché i carabinieri hanno fatto partire la caccia all’uomo: subito dopo il parapiglia il 43enne si è dileguato in mezzo alla folla. Dopo alcuni minuti concitati, i carabinieri hanno raccolto alcune informazioni e si sono presentati a casa del 43enne. Lo hanno quindi identificato e oggi, con tutta probabilità, provvederanno a deferirlo all’autorità giudiziaria.