Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui

Il rinnovamento in Curia a Sassari, tutte le nuove nomine

Dopo l’elenco dei nuovi parroci in città ecco tutti i cambiamenti nel territorio. Novità anche alla Caritas, nel seminario diocesano e nella “casa dei popoli”

SASSARI. Nel messaggio rivolto dall’arcivescovo Gian Franco Saba alla chiesa locale in occasione delle nomine, rinnovamento è termine ricorrente. L’intento del presule, infatti, è quello di costruire e ampliare gli spazi di fraternità perché il Vangelo arrivi a tutti. Anche giovani e un termine molto presente e non poteva essere altrimenti visto che dall’insediamento, monsignor Saba ha voluto caratterizzare il suo ministero pastorale nel segno dell’apertura e del dialogo. Per non parlare dell’attenzione verso gli ultimi, i bisognosi e i migranti, sempre più numerosi e disperati in un territorio che fatica a risollevare la china dopo una difficile stagione di crisi.

A integrazione delle novità pubblicate ieri, prosegue il viaggio della Nuova tra le nomine nella chiesa turritana.

Parrocchie extraurbane. Don Matteo Bonu è stato nominato, a Tissi, parroco di Santa Anastasia vergine e martire, don Bastianino Pirino, parroco di San Giorgio martire di Bonnanaro e di Santa Maria Maddalena a Borutta. Don Davide Onida, sarà vicario cooperatore della parrocchia di Santa Vittoria vergine e martire, a Thiesi, con diritto di succedere al parroco dopo due anni.

A Bonorva arriva don Gavino Sanna che guiderà la parrocchia della Natività di Maria vergine. Importante incarico anche per don Pietro Faedda che assieme alla guida delle parrocchie di San Pietro apostolo, a Torralba, e di Sant’Andrea apostolo, a Giave, sarà anche vicario foraneo con il mandato speciale di elaborare, assieme ai presbiteri della forania e agli organismi locali, un progetto di conduzione pastorale nella regione del Meilogu.

Don Giuseppe Marras, già parroco a Siligo, è stato nominato anche parroco di San Martino vescovo a Bessude. Ancora, a Chiaramonti, arriva, come amministratore parrocchiale di San Matteo apostolo, don Grabriel Mpolo Ampwas e don Luigi Casula, già parroco dell’Immacolata concezione, a Osilo, sarà anche amministratore di Santa Vittoria e San Lorenzo.

Don Salvatore Marruncheddu, a Banari, è stato nominato amministratore di San Lorenzo martire, con la collaborazione di don Paolo Tirotto.

Infine, monsignor Mario Tanca, già parroco di San Gavino, Proto e Gianuario a Porto Torres, nella stessa città sarà anche vicario urbano ad annum.

Seminario diocesano: il rettore don Diego Pinna, nonché vice direttore dell’archivio diocesano, coordinerà la pastorale vocazionale e la redazione del progetto educativo del seminario e sarà anche prefetto per le biblioteche ecclesiastiche della diocesi.

Don Andrea Stara sarà vice rettore del seminario, direttore del centro vocazioni e assistente dell’Azione cattolica, mentre il guardiano di Santa Maria, padre Salvatore Sanna, è stato nominato direttore spirituale del seminario e confessori della stessa struttura, don Peppino Simula e monsignor Pietro Desole.

Caritas diocesana. Il nuovo direttore, ad interim, è don Gerolamo Derosas e vice, suor Anna Maria Floris, mentre il responsabile regionale, Mirko Casu, guiderà il progetto Policoro/Migrantes. Padre Giuseppe Piga è il responsabile per la formazione teologica e referente dell’arcivescovo per le situazioni di estrema povertà. Gianfranco Addis sarà responsabile del progetto “Rifugiato a casa mia e corridoi umanitari”, ma anche della comunicazione e del sito web. Il ragioniere Pompeo Serra collaborerà per l’amministrazione superiore di scienze religiose.

Casa di popoli, culture e religioni: Antonello Canu è stato nominato segretario generale, componenti della segreteria, Giuseppe Zichi, Federico Tolu, Gavino Matteo Latte, Maria Luisa Migaleddu, Franco Camba. (red.ss.)

©RIPRODUZIONE RISERVATA.