Sassari, col neonato in braccio ruba la pensione a un'ipovedente: incastrata dalle telecamere

La polizia municipale ha arrestato una donna di 31 anni che si è servita del figlio di 15 per farle da palo

SASSARI. Ha sfilato la pensione da 600 euro, appena ritirata alle poste di via Brigata Sassari, a una anziana ipovedente. A mettere a segno il furto con destrezza è stata una donna di etnia rom, di 31 anni, supportata dal figlio di 15, che faceva da palo. Per coprire le sue reali intenzioni, sfruttava un altro suo figlio di appena due mesi, che teneva in braccio, legato al collo.

Ad incastrarla sono state le immagini delle telecamere di videosorveglianza della zona e per lei è scatta una denuncia per furto e un'altra per aver infranto l'obbligo di dimora ad Alghero, dove risiede. Il figlio adolescente è stato invece segnalato alla Procura dei minorenni. Allertati anche i Servizi sociali: la donna infatti ha dodici figli, tutti minori.

L'operazione è stata condotta dalla Polizia municipale di Sassari, e oggi 9 agosto il comandante Gianni Serra ha illustrato i particolari ai giornalisti. Agli agenti l'anziana aveva raccontato di essere stata avvicinata da una ragazza che le aveva chiesto con insistenza l'elemosina e l'aveva seguita per alcuni metri. Poi, con un gesto velocissimo e impercettibile, le aveva sfilato dalla borsa la busta con i 600 euro appena ritirati alle Poste.

La pensionata si è accorta del furto poco dopo, quando la ragazza rom si era già allontanata.

Grazie alle testimonianze e alle immagini delle telecamere di videosorveglianza della zona, gli agenti hanno verificato il racconto della vittima e sono risaliti alla presunta ladra.

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Premio ilmioesordio, invia il tuo libro