Sassari, il consiglio dà il via libera alla variante per Sirio2

L’iter per l’approvazione definitiva dovrebbe concludersi entro l’autunno. Nel piano del Comune niente ponte sulla 131 e metro fino al centro di Li Punti

SASSARI. Dopo la fermata ai box di martedì pomeriggio, con il consiglio comunale saltato per mancanza di numero legale, il sindaco Nicola Sanna ieri mattina ha portato a casa l’adozione preliminare della variante al Puc per l'inserimento di un percorso integrativo della metropolitana leggera. Percorso che di fatto ricalcherebbe tutto il tracciato originale “gradito” ad Arst dalla stazione di Santa Maria di Pisa alla 131, facendo cadere i rilievi più pesanti sulla fattibilità mossi dai tecnici della società in house della Regione. Arrivati alla 131 però, invece di impegnarsi nel faraonico ponte che la dovrebbe superarla per poi passare sopra Predda Niedda, la tramvia svolterebbe a destra, correndo parallela alla statale, per poi entrare a Li Punti.

Una variante che, secondo il laborioso patto siglato tra Regione e Comune lo scorso 20 giugno, non impedisce ad Arst di procedere con la progettazione integrata seguendo il vecchio tracciato previsto nel Puc con l’azienda regionale che sarà chiamata a tenere conto della variante solo se arriverà sui tavoli dei tecnici in tempo utile, corredata di tutte le necessarie verifiche di coerenza, che la Regione inizierà una volta passati i 30 giorni necessari per le osservazioni e le rispose del Comune.

Sulla pratica, approvata a maggioranza, da registrare il durissimo intervento del M5s (che ha votato contro) con il consigliere Maurilio Murru che ha parlato di: «Pratica di distrazione che non possiamo accettare, figlia di un progetto folle e disarticolato».

«Non dobbiamo inventarci nulla – ha attaccato Murru nel suo intervento – ma partire da quello che abbiamo, e allora insistiamo e gridiamo affinché si ottengano le risorse per partire subito con l’elettrificazione della Sassari – Sorso quale opera strategica, prioritaria e imprescindibile. Dimostriamo di volere bene a questo territorio e alla nostra città, non perdiamoci e non accettiamo il confronto su questi giochi, diamo la dimostrazione che siamo noi a decidere e non qualche altro».

Nel corso della seduta approvata anche, a maggioranza, la modifica aree mercatali cittadine presentata dall’assessore Alessandro Boiano, che “ridisegna” i mercatini della città, risolvendo problemi

di sicurezza, razionalizzando il numero di stalli e prevedendo anche l’apertura di nuove aree in piazza Sant’Antonio e in via monsignor Parodi.

Via libera all’unanimità per il regolamento attuativo del programma regionale del reddito di inclusione sociale – Agiudu Torrau.

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro