I crocieristi inglesi invadono la pista ciclabile

Duemila turisti sbarcati dalla “Marella Explorer” alla scoperta del mare e del patrimonio archeologico

PORTO TORRES. Tanti crocieristi inglesi che pedalavano sulla pista ciclabile ieri mattina - tutti attrezzati con bici d’ordinanza, casco e zainetto - appena dopo essere sbarcati dalla nave crociera Marella Explorer nel porto turritano. A bordo dell’ammiraglia del nuovo brand Marella Cruises c’erano 2100 croceristi che hanno acquistato un tour nel Mediterraneo, comprendente anche lo scalo nei porti di Tarragona, Palma, Sete, Calvi e La Spezia. Circa duemila sono provenienti dal Regno Unito, una settantina dall'Irlanda e il resto da diversi paesi tra i quali Spagna, Lettonia, Stati Uniti ed Emirati Arabi. Circa 1700 sono le persone arrivate in centro città con i bus navetta: hanno scelto di visitare le vie dello shopping e i monumenti principali aperti con orario continuato come la basilica di San Gavino e l’Antiquarium con l’area archeologica di Turris Libisonis. Oltre a siti culturali e naturali come il Museo del Porto, la Necropoli di via Libio e le spiagge del Lungomare. Sono invece 400 i crocieristi che hanno scelto le escursioni organizzate per le località del Nord Sardegna, con prenotazioni di visite guidate ad Alghero, Stintino, Castelsardo e Bosa. Per l’accoglienza in terra sarda il Comune di Porto Torres ha organizzato uno stand con operatori plurilingue davanti alla nave e un infopoint vicino al giardino della torre aragonese, sempre con operatori plurilingue alla fermata del bus navetta e con un gazebo “punto ombra” per i turisti in attesa
dei bus per l’imbarco. Negli infopoint sono state distribuite mappe della città e materiale promozionale. Il gruppo Etnos in abito tradizionale di Porto Torres ha offerto piccole degustazioni di dolci tipici, coinvolgendo i turisti nei balletti davanti alla torre Aragonese. (g.m.)

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro