Castelsardo, all’Ampurias una sirena per ripulire il mare

Iniziativa di sensibilizzazione ambientale in spiaggia: i bambini raccolgono la plastica e le cicche 

CASTELSARDO. Nell'affollata spiaggia Ampurias, bandiera blu anche nel 2018, è arrivata una sirena per chiedere aiuto ai bambini: «In mare c'è troppa plastica e gli organismi che ci abitano stanno soffrendo» .

Grazie al supporto dei Bulli surf club, alla collaborazione della sirena Stefania Pinna e con il supporto delle EcoVitamine dell'Associazione naturalistica culturale Eco_logica_Mente di Sassari si è vissuta una giornata di coinvolgimento e sensibilizzazione sui danni che la plastica fa alla natura ed agli esseri umani.

La sirena è apparsa al largo, piena di plastica, ed è stata subito soccorsa da uno dei ragazzi del Bullisurfclub, che, con l'aiuto di un sup l'ha aiutata a raggiungere la riva dove i bambini l'hanno prontamente liberata da buste, pezzi di rete, bottiglie e plastiche varie che aveva addosso.

Invitati e sensibilizzati dalla sirena, in meno di dieci minuti i bambini, insieme ai bulli e alle ecovitamine, sono andati in giro per la spiaggia e hanno riempito una trentina di bottigliette da mezzo litro di pezzi di plastica e cicche di sigarette.

Dopo
aver radunato il "raccolto" la sirena ha ringraziato i bambini ed è tornata in mare.

Le attività sono proseguite nella sede dei Bulli con un Eco-gioco dell'oca organizzato dall'associazione Eco_logica_Mente e la merenda offerta dai Bulli.

Donatella Sini

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro