Caos rifiuti, Luiu (Pd): «Il sindaco intervenga»

Il segretario cittadino Dem chiede a Wheeler di fare rispettare immediatamente il capitolato d’appalto

PORTO TORRES. In diverse zone della città permangono da alcuni giorni buste di rifiuti non ritirate sui marciapiedi e ai bordi della strada. Esattamente nella centralissima via Fermi, arteria che si collega con viale delle Vigne, in via Gramsci nel quartiere residenziale della C1-2 e in via Stintino. Questa volta il problema non è relativo alle isole ecologiche quindi - che comunque rimangono un problema igienico-ambientale e non solo nei giorni festivi – e la spiegazione dovrebbe darla l’amministrazione comunale visto che i cittadini dicono di ricevere raramente risposte concrete dal numero verde dell’azienda che gestisce l’appalto rifiuti. «Organi di controllo e verifiche puntuali devono essere messe in piedi dagli uffici competenti dell'amministrazione pubblica – dice un signore che risiede in via Stintino –, perché i cittadini che pagano le tasse meritano di trovare una città decorosa rispetto a quella che, purtroppo, così non appare in diverse zone».

Ci sono nemici della differenziata che abbandonano rifiuti in ogni dove, magari nelle ore notturne, e le multe elevate in questi mesi dalla polizia locale a quanto pare non sembrano scoraggiare i maleducati dell’igiene pubblica. Sul caos rifiuti c’è una nota del segretario cittadino Pd, Mirko Luiu, che richiama il sindaco Sean Wheeler, prima autorità sanitaria locale, a preoccuparsi solo ed esclusivamente di far rispettare il capitolato d’appalto. «I cittadini turritani
non devono fare gli sceriffi – commenta Luiu –, perché già pagano un caro servizio per la pulizia della città. Gli organismi competenti, attraverso i canali prestabiliti (vedi il numero verde indicato) devono invece rispondere e garantire che tale servizio funzioni sempre». (g.m.)

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro