Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui

Sassari, lo spaccone in Porsche: il video ai vigili

Esegue il burnout e poi si vanta sui social: «Multa di 28 euro: è andata di lusso». Ora ne pagherà 450 con patente sospesa

SASSARI. Il titolo del video è questo: “È andata di lusso”. Ma forse ora è il caso di modificare i tempi verbali. Il titolo più azzeccato diventa: “Era andata di lusso”. Perché proprio quel video gli ha provocato una valanga di guai.

Tutto girato con un’app della go pro. Il set è l’inizio di via Caniga, nel tratto che divide Tanit da Poltrone e Sofà, subito dopo la rotatoria di via Predda Niedda. Martedì alle 16 in punto.

L’inquadratura indugia prima sulla carrozzeria giallo fiammante di una Porsche, poi si vede la vettura esibirsi nel classico drift burnout, ovvero la sgommata a lancetta di orologio che disegna dei cerchi, con i pneumatici posteriori che girano a vuoto e innalzano nuvole di fumo bianco. In sintesi: una derapata a veicolo fermo.

Un’evoluzione che ogni tanto si vede in tv, quando qualcuno vince una prova del gran premio del Moto Gp. Ma a farla è magari un Valentino Rossi, dentro un autodromo, e ci sta tutta. Un po’ meno se ti trovi in città, nel bel mezzo di una via trafficata, all’ora di punta e sei semplicemente un possessore di patente B di 28 anni.

E infatti la manovra non passa inosservata. Viene particolarmente apprezzata da una pattuglia dei vigili urbani. Anche loro compaiono nel video. L’auto bianca e blu spunta dalla rotatoria, accende le sirene e si affianca alla Porsche. L’agente non sembra aver preso benissimo la situazione. Con il dito intima al conducente di parcheggiare immediatamente. Ma, non avendo assistito a tutta l’esibizione, i poliziotti decidono per una contestazione minima.

Alla fine, aver fatto il fatto il figo per 30 secondi, costa una multa di 28 euro e 70 centesimi. Ed ecco da dove nasce il titolo: “È andata di lusso”.

Però poi c’è il sequel, quello intitolato “Era andata di lusso”. Il video infatti, montato con tanto di colonna sonora, viene pubblicato in una chat di appassionati di auto di lusso. Il conducente ha un’attività di compravendita di vetture d’epoca e modelli da sogno, soprattutto Ferrari e Porsche. Il classico intermediario che fa acquistare anche auto di importazione dalla Germania a prezzi convenienti. E per pubblicizzare meglio questi gioiellini a quattro ruote, ogni tanto fa vedere di cosa sono capaci. Nel suo canale youtube, ad esempio, mostra cosa si può fare con una Ferrari sulla strada che da Olbia va in Costa Smeralda. Scalate e sorpassi da formula uno e tachimetro da arresto immediato.

Anche il filmato del Burnout a Predda Niedda era venuto molto carino, e quell’incursione dei vigili urbani dava un tocco di imprevisto e originalità. Nella chat tutti apprezzano. Tanto che l’autore si lancia in un commento. «E pensare che un mio amico della stradale mi ha detto che hanno pure sbagliato il verbale e potrei fare ricorso. Ma sono 28 euro, vabbè le pago. In fondo mi è andata di lusso». Peccato che i post sconfinino facilmente dalla cerchia di amici, e così come approdano ai telefonini dei giornalisti, allo stesso modo possono arrivare ai vigili urbani. E capita anche che qualcuno non prenda così sportivamente la presa per i fondelli. Così quel video viene vivisezionato come in un tavolo di medicina legale, e la storia a lieto fine prende tutta un’altra piega.

«Ringraziamo l’autore per averci fornito lui stesso le prove delle infrazioni commesse – dice il comandante Gianni Serra – le immagini infatti documentano chiaramente tutte le violazioni che gli agenti non avevano fatto in tempo a vedere e sanzionare: circolazione contro mano, per la quale sono previsti 321 euro di multa, decurtazione di 10 punti e ritiro della patente. Poi c’è il superamento della striscia longitudinale continua: 2 punti e verbale da 28.70 euro. E ancora divieto di inversione di marcia su striscia longitudinale continua: 59.50 euro 8 punti. E infine divieto di frenate brusche e accelerate brusche: 2 punti e 28.70 euro».

E qui titoli di coda e ci starebbe bene anche la musichetta triste con po po po poooo. “Era andata di lusso”. The end.

GUARDA IL VIDEOE COMMENTAWWW.LANUOVASARDEGNA.IT