Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui

Riunioni deserte, la Pro loco annulla tutte le feste

Bonnanaro, il presidente Franco Soro: mancano i candidati al direttivo e ora rischiamo la chiusura

BONNANARO. L’associazione turistica Pro loco di Bonnanaro rischia la chiusura definitiva a causa dell’assenza di candidati al direttivo. E allora il presidente Franco Soro ha lanciato un appello agli iscritti e alla popolazione: «Partecipate per il bene del paese».

Una situazione che non poteva non avere ripercussioni anche per quanto riguarda la programmazione degli eventi. In seguito all’assenteismo registrato all’assemblea dei soci convocata nei giorni scorsi, infatti, si è arrivati alla decisione di sospendere le attività previste nel calendario della Pro loco Bonnanaro. «Purtroppo non posso fare altrimenti, devo annullare le manifestazioni estive organizzate, in maniera esclusiva, dall’associazione. Tra queste la “passeggiata sotto le stelle” (prevista domenica) e il “percorso turistico religioso (in programma il 16 settembre). Annullate – ha dichiarato Soro – così come le attività di “magazzino” ridotte alle sole manifestazioni che, per ragioni di collaborazione con i comitati locali, verranno comunque portate a termine». La decisione, molto sofferta, che ha spinto il nuovo presidente ad annullare tutto il programma organizzato per l’estate bonnanarese, è arrivata all’esito della riunione generale dei soci svoltasi lunedì scorso e andata pressoché deserta. L’assemblea generale, a cui erano stati convocati con missiva tutti gli iscritti, ha infatti, registrato solo un decimo delle presenze, numero insufficiente per procedere all’elezione del direttivo. «Ho convocato l’assemblea dei soci per provvedere all’elezione dei tre incaricati alla carica di consiglieri e tesoriere – prosegue il presidente della pro loco – ma hanno partecipato solo dieci persone, su cinquanta iscritti. Un numero davvero esiguo che fa temere il peggio. Anche se durante l’assemblea è stato possibile eleggere all’unanimità come consigliere Giuseppe Faedda, non è stato possibile fare la stessa cosa per le altre cariche necessarie. Questo, come ovvio, non garantisce la possibilità di mandare avanti l’associazione. Ho deciso, perciò, di sospendere le attività della pro loco».

La speranza di Soro è che da oggi fino a ottobre qualcuno si faccia avanti per il direttivo, perché le attività della pro loco riprendano vigore e si contribuisca alla rinascita economica e turistica del paese. «Se alla prossima assemblea non si presenterà nessuno e non ci saranno candidati alle elezioni dei componenti del direttivo, dovrò comunicare il triste esito all’Unpli».

La conseguenza sarà che l’associazione in un primo momento verrà commissariata e successivamente cancellata dall’albo con la chiusura definitiva. Il presidente rende noto che a breve verrà data comunicazione della prossima assemblea generale alla quale spera partecipino tutti gli iscritti.

Daniela Deriu