Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui

Rubano un motorino, arrestati da un finanziere in licenza

CASTELSARDO. Due amici a passeggio, uno recentemente vittima di un furto e uno agente della guardia di finanza, hanno sventato il furto di un motorino, e fatto arrestare i due colpevoli, dai...

CASTELSARDO. Due amici a passeggio, uno recentemente vittima di un furto e uno agente della guardia di finanza, hanno sventato il furto di un motorino, e fatto arrestare i due colpevoli, dai carabinieri della locale stazione. Il finanziere è il castellanese Luciano Moscaritolo che, mentre passeggiava in compagnia di un amico, ha notato due ragazzi girovagare per il centro, con atteggiamento sospetto. «Poiché nei giorni precedenti, sono stati perpetrati dei furti, uno dei quali proprio ai danni del mio amico – racconta Moscaritolo – ho deciso di controllare i loro movimenti». Dopo una breve sosta in un bar, i due hanno raggiunto i parcheggi di fronte alla spiaggia della Marina, mentre uno girovagava tra le auto, proprio di fronte al Ristorante Fofò, l’altro faceva il palo davanti alla vicina fermata dell’autobus. Con una mossa repentina i due sono saliti a bordo di un motorino, fermo proprio all’altezza della fermata dell’autobus, e sono scappati a tutta velocità, senza casco, in direzione di Lu Bagnu. Il finanziere si è lanciato in un inseguimento a distanza, mentre l’amico avvertiva i carabinieri. Al semaforo, i due hanno proseguito verso la zona industriale verso il supermercato Eurospin, da dove, evidentemente accortisi di essere seguiti, hanno fatto una repentina inversione ritornando nella zona del porto turistico, per poi imboccare la direzione di Lu Bagnu. Una volta arrivati nella frazione hanno imboccato una serie di strade interne, cercando di far perdere le loro tracce, sino a giungere la via Lucania, dove hanno abbandonato il motorino e si sono immediatamente avviati, a piedi, verso la strada principale, Corso Italia, infilandosi poi in un bar.

Moscaritolo è quindi entrato al bar e, qualificatosi, ha intimato ai due di non muoversi, considerando che, poco prima, li aveva visti mettere a segno il furto del motorino. Di lì a poco sono sopraggiunti i carabinieri che hanno preso in consegna i due e recuperato il motorino da via Lucania.