Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui

Finalmente attivo il servizio 118 volontari anche da Chiaramonti

MARTIS . Finalmente, dopo un iter burocratico di oltre due anni, il territorio di Chiaramonti e Martis può contare sul servizio di urgenza ed emergenza sanitaria. Infatti da sabato è attiva la...

MARTIS . Finalmente, dopo un iter burocratico di oltre due anni, il territorio di Chiaramonti e Martis può contare sul servizio di urgenza ed emergenza sanitaria. Infatti da sabato è attiva la postazione del 118, con sede operativa collocata provvisoriamente nei locali dell’oratorio parrocchiale di Martis, al fine di soddisfare le esigenze di Chiaramonti e Martis, oltre che di tutto il territorio di pertinenza.

Il servizio, affidato all’associazione di volontariato “Chiaramonti Soccorso Onlus”, è assicurato dai volontari, tutti provenienti dai due comuni anglonesi e che recentemente hanno acquisito i necessari brevetti.

«Occorre evidenziare la perseveranza dei due sindaci di Martis e di Chiaramonti, Tiziano Lasia e Alessandro Unali – sottolineano i responsabili della onlus – che hanno sempre ritenuto questo servizio come una delle priorità assolute, battendosi affinché il loro territorio uscisse da una condizione di parziale isolamento sanitario, che in qualche modo vede penalizzati i loro concittadini. Infine non è superfluo sottolineare il ruolo e la funzione dei volontari soccorritori, tutti residenti nel territorio, che hanno accolto con entusiasmo l’invito a prestare parte del proprio tempo libero per offrire un così utile servizio alla collettività».

L’attivazione di questo nuovo servizio sanitario si è resa necessaria proprio in funzione della particolare situazione di isolamento dei due centri che per questo tipo di esigenza sanitaria dovevano sinora fare ricorso alle sedi del 118 attivi nei centri limitrofi e in quanto penalizzati da un viabilità non proprio agevole.

Mauro Tedde