Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui

Perdita “occulta” lascia mezza città a secco

Ozieri, l’intervento della squadra di manutenzione di Abbanoa ha risolto il problema in serata

OZIERI. Una giornata nerissima, ieri, nelle case e negli esercizi commerciali di Ozieri, causata dalla mancanza d’acqua in mezza città dovuta a una perdita nella rete idrica. Una perdita “occulta”, come l’ha definita Abbanoa già dalle prime ore della mattina, dopo che le numerose segnalazioni avevano fatto scattare l’intervento. Perdita individuata solo dopo alcune ore, risolta con la riparazione di un’idrovalvola in via Su Furraghe. L’acqua aveva in realtà iniziato a scarseggiare già dalla notte precedente, domenica, intorno alle 22, quando dai rubinetti il prezioso liquido si era fatto via via sempre più scarso.

Solo in mattinata però si è potuta segnalare la cosa - sia da parte degli utenti sia da parte del Comune - e va detto che l’intervento della squadra di manutenzione di Abbanoa è stato abbastanza tempestivo. Il problema però non è stato individuato subito: il guasto, dapprima individuato in zona Tramentu e poi localizzato più esattamente in via Su Furraghe, era “occulto”, ovvero non visibile dall’esterno, e solo per individuarlo c’è voluto parecchio tempo. A questo poi si è aggiunto un altro problema, il serbatoio di Punta Idda rimasto a secco, svuotatosi proprio a causa della perdita, nella notte, “trasferendo” il problema via via verso le zone basse dell’abitato sino a tutto il centro storico e in numerosi altri quartieri cittadini. Come apparso anche sul sito del Comune, per ovviare al problema si è dovuta immettere una maggiore quantità d’acqua nelle condotte, ma per tutta la mattina i disagi sono stati comunque numerosi così come numerose sono state le lamentele via telefono al call center del gestore del servizio idrico sia al Comune. Il fatto che la rottura della condotta sia avvenuta in tarda serata ha acuito il problema, che quindi non è stato individuato subito, senza contare che, come detto, trattandosi di una perdita “occulta” è stato difficile trovarla. Non come avvenuto in altri casi, soprattutto nelle zone cruciali di Punta Idda e Tramentu, dove la rete idrica è spesso oggetto di perdite. (b.m.)