Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui

Nella nuova strada dell’Anglona proseguono i lavori di ripristino

NULVI. Sono iniziati nei giorni scorsi i lavori di ripristino della carreggiata della nuova “Strada dell’Anglona”. Solo qualche settimana dopo la sua apertura ufficiale al traffico, avvenuta il 5...

NULVI. Sono iniziati nei giorni scorsi i lavori di ripristino della carreggiata della nuova “Strada dell’Anglona”. Solo qualche settimana dopo la sua apertura ufficiale al traffico, avvenuta il 5 febbraio scorso, il manto stradale aveva cominciato a evidenziare diverse crepe e lacerazioni che sono andate via via allargandosi sino a diventare delle vere e proprie voragini. Soprattutto nel tratto discendente a ridosso della collina di Monte Iscoba la bitumazione è letteralmente saltata per lunghi tratti rendendo la strada pericolosa (anche se debitamente segnalata) soprattutto nelle ore notturne.

Anche nel punto di innesco di uno dei viadotti si era verificato quasi subito un gravissimo assestamento del rilevato che si raccorda con il viadotto più lungo e con la maggiore altezza che, a causa dei violenti acquazzoni degli ultimi tempi, aveva determinato il cedimento di una grossa porzione di carreggiata che era stata chiusa al traffico per garantire la sicurezza degli automobilisti. Un’impresa specializzata sta ora scarificando un’intera carreggiata per poi reimpiantare il fondo stradale e il massetto e procedere alla nuova bitumazione. I lavori interesseranno anche altri piccoli tratti nei quali si sono verificati cedimenti e abrasioni che in alcuni casi sono divenute delle pericolose buche in piena carreggiata. La strada, già molto trafficata e solo di recente aperta anche al traffico dei mezzi pubblici, si sta rivelando un’arteria davvero importante per la viabilità dell’Anglona e vederla in quelle condizioni dopo solo pochi mesi aveva già suscitato le proteste e l’indignazione degli automobilisti che come si ricorderà avevano atteso pazientemente trenta anni prima di vedere realizzato questo tratto stradale così strategico per il paese di Nulvi e per l’Anglona intera.